Ricerca personalizzata

giovedì 28 maggio 2009

Mini clafoutis di ciliegie e cocco

Finalmente sono riuscita a fare qualcosina in cucina con l'aiuto della mia sorellona e quindi posso postarvela!!!
Ma prima di parlare di cucina un milione di grazie per i premi che mi sono arrivati: il primo è dalle mitiche broccole (adoro il nome che vi siete date!!) che hanno pensato a me per questo simpaticissimo premio e che io ripasso a chiunque abbia voglia di partecipare alla mia raccolta!!


L'altro invece è un premio/desafio datomi da sabri, che è stata gentilissima soprattutto perchè ha pensato esclusivamente a me, mille mille grazie!
Per il desafio devo svelare sette mie caratteristiche e poi passarlo a ben sette blog (ardua impresa):
  1. Sono socievole e logorroica, non smetterei mai di avere qualcuno intorno con cui parlare!!
  2. Se non viaggio mi sento morta dentro, adoro conoscere posti nuovi, culture diverse e se potessi vivere sempre in un luogo diverso sarei felicissima (almeno per ora)
  3. Mi faccio influenzare nel modo di parlare, nel modo di vivere...insomma se passo molto tempo con qualcuno ne assorbo le caratteristiche principali, una specie di superpotere alla Xmen!
  4. Come avevo già detto a Sabri, il punto quattro ci accomuna: adoro ballare, in particolare la salsa!
  5. Ogni momento di silenzio deve essere riempito, solitamente con musica, non posso vivere senza musica, sono perennemente con la radio accesa.
  6. Sono un'ingenua cronica, vedo la buona fede in tutto e tutti...e poi solitamente me la prendo in quel posto, mannaggia!
  7. Ho bisogno di spazio, un giardino, un pezzetto di terra dove coltivare le mie piantine...mettetemi in un appartamento e mi vedrete morire lentamente.

Passo questo premio/desafio a: muffin girl, ricette leggere, amz, kicka, mirtilla, sly e le mitiche broccole.

Ora invece passiamo alla mia ricettina che altro non poteva essere se non con le ciliegie che riempiono gli alberi di mia madre, di mia nonna e di mia sorella (sì...ci piacciono le ciliegie!!): mini clafoutis di ciliegie e cocco.


Una rivisitazione di un classico che devo dire non pensavo fosse così azzeccata!


La ricetta partecipa alla raccolta di Rosso di sera su questo mitico frutto!



INGREDIENTI
Ciliegie 40
Uova 3
Zucchero di canna 100g
Latte 200ml
Farina 100ml
Essenza di vaniglia 1 fiala
Cocco disidratato 50g circa + spolverata finale



PROCEDIMENTO
Snocciolare le ciliegie cercando di romperle il meno possibile, per evitare troppo fuoriuscita di liquido.


Asciugare le ciliegie per bene e preparare dei pirottini con carta da forno bagnata e strizzata (io ne ho usati 8).


Montare lo zucchero con le uova fino ad ottenere un bel composto omogeneo.


Aggiungere lentamente prima il latte, continuando a mescolare con la frusta.


Fare lo stesso procedimento con la farina setacciata, facendo attenzione a non creare dei grumi (che comunque sono facili da sciogliere eventualmente).


Aggiungere infine il cocco, io ne ho messi tre cucchiai e il sapore è venuto molto delicato, se vi piace il cocco abbondante pure.


Posizionare dapprima le ciliegie nei pirottini (io ne ho messi 5 per ognuno) e poi coprirle con l'impasto, che deve risultare una crema piuttosto liquida.


Mettere in forno preriscaldato a 180° per 35 minuti...indicazione che comunque dovete prendere con le pinze, io nel mio avrei messo 160° e qualche minuto in più.


Servire tiepido o freddo con una spolverata di cocco.


BUON APPETITO!

mercoledì 20 maggio 2009

Sugo con broccoli, gamberetti e pinoli.

Lo so, lo so! Sono praticamente scomparsa, ma vi giuro che non sto nemmeno un secondo a casa e quindi, di conseguenza, non sto cucinando nulla da potervi postare. La colpa è del bel tempo che finalmente ha deciso di degnarci della sua presenza, il che significa spiaggia, e delle feste che impazzano in tutta Andalucia, il che significa folleggiamenti a tutte le ore; avevo promesso delle foto nell'altro blog, ma sto aspettando di racimolarne diverse per potervi dare un reportage coi controfiocchi.

Comunque mi sono finalmente decisa a postarvi qualcosa per ricordarvi che sono ancora viva, anche se non sono stata molto originale, in quanto è stato uno dei pochi pasti che ho fatto a casa e ho usato quel poco che avevo in casa: pasta con broccoli, gamberetti e pinoli.


I pinoli potete anche non metterli, io metto sempre qualche frutta secca perché adoro sentire il croccantino, ma il sapore che lasciano in fondo è davvero lieve. È comunque un piatto veloce per chi ama i sapori genuini, io adoro questo tipo di sugo!



INGREDIENTI
Broccoli una quindicina di cimette
Gamberetti una ventina
Pinoli circa 20 g
Formaggio forte tipo pecorino da grattuggiare alla fine
Aglio 1 spicchio
Sale, pepe e curry q.b.



PROCEDIMENTO
Mettere a cuocere al vapore i broccoli, mentre scaldate un po' di olio con lo spicchio d'aglio. Se i gamberetti sono congelati, mettete a sbollentarli in acqua bollente.


Quando l'olio è caldo, mettere i pinoli a rosolare stando attenti a non bruciarli troppo.


Quando i broccoli si possono trapassare tranquillamente con una forchetta, metterli insieme ai gamberetti e a un po' di acqua di cottura nella padella e rosolarli.


Togliere l'aglio e condirli con sale, pepe e un cucchiaino di curry. Se vedete che il sugo è troppo secco irrorare con del vino bianco o acqua.


Il mio consiglio è quello di cuocere la pasta nell'acqua che avete usato per i broccoli, in modo che prenda sapore. Quando è appena al dente, scolatela e saltatela insieme al sugo per qualche secondo, in modo da amalgamare per bene.


Una volta impiattato, grattuggiate sopra un formaggio forte, tipo pecorino, in modo da aver un sapore deciso che contrasti con quello delicato dei broccoli e dei gamberetti.


BUON APPETITO!

mercoledì 13 maggio 2009

Bicchierini di fragole e latte condensato

Eccomi qua, sono tornata! Anche se poco presente, sono di nuovo qui a postare ricettine e, soprattutto, a leggere le vostre meraviglie. Voglio innanzitutto ringraziare tutti quelli che stanno postando ricettine per la mia raccolta e quelli che mi seguono sempre, vi ringrazio davvero tanto!
Per farmi perdonare questa mia assenza (dovuta anche a qualcosa di cui ho parlato nel mio altro blog e di cui spero di postare presto tante belle foto) vi posto un piccolo momento di dolcezza che ci siamo voluti concedere io&Elia: bicchierini di fragole e latte condensato.


Ho preso spunta da questa ricetta, ma come mio solito poi ho fatto di testa mia e il risultato è stato decisamente diverso!
Con questa ricetta partecipo alla simpatica raccolta indetta da Il gatto goloso




INGREDIENTI
Fragole 250g circa
Zucchero di canna 1 cucchiaio abbondante
Succo di mezzo limone
Gelatina in fogli 4 gr
Latte 75ml circa
Latte condensato 125g
Decorazione a piacere



PROCEDIMENTO
Tagliare le fragole a pezzetti e metterle a cuocere in padella con il succo di limone e il cucchiaio di zucchero, mentre la gelatina è a bagno. Il mio consiglio è di provare a mettere meno limone o addirittura utilizzare solo un po' di acqua senza perchè io l'ho trovato troppo aspro, fortuna che la crema di latte condensato era molto dolce.


Quando le fragole sono morbide, togliere i pezzetti dalla padella lasciando il sugo, e frullarli.


Nel sugo mettete 2g di gelatina strizzata dall'acqua ed amalgamatela bene.


Unite poi le fragole frullate e amalgamare per bene qualche minuto.



Mettere la crema di fragole nei bicchierini e metterli in freezer (se avete tempo potete metterli in frigo qualche ora).


Nel frattempo preparate la crema di latte condensato, versate un po' di latte e scaldatelo insieme al resto della gelatina strizzata dall'acqua.



Aggiungete poi il resto del latte e il latte condensato, togliendo la pentola dal fuoco.


Una volta pronta la crema di latte condensato, versatela nei bicchierini "disegnando" dei ghirigori e terminate con una grattuggiata di cioccolato, panna o qualche granella colorata. Riporre in frigo un'oretta.
Se invece volete i due colori ben distinti, vi conviene fare prima la crema di latte condensato perchè rimane decisamente più solida di quella di fragole.


BUON APPETITO!

martedì 5 maggio 2009

Sugo tartufato con pesce spada e melanzane.

Domani parto per tornare in Italia quattro giorni (che panza di pizza che mi farò!!) e quindi volevo lasciarvi con questa ricettina dell'ultimo secondo: sugo tartufato con pesce spada e melanzane. Semplice ed efficace! ;-)


Della serie: dovevo finire un paio di melanzane e il barattolino della crema al tartufo prima di partire e ci ho aggiunto un po' di pescespada che gironzolava ormai da troppo tempo nel freezer...et voilà! È venuto un po' abbondante per due persone, ma tanto non si butta mai via niente qua!
Scusate se non ci sono molte fotografie, ma entrambe le batterie mi hanno tradito!

Partecipo con questa ricetta al contest di Fabiola che scade il 20 settembre 2010.




INGREDIENTI
Pesce spada 1 trancio da circa 200g
Melanzane 2
Crema di tartufo 1 paio di cucchiai



PROCEDIMENTO
Tagliare a cubetti le melanzane e cuocerle a fuoco medio con un po' di olio e bagnandole man mano che si asciugano con del vino bianco.


Tagliare il pesce spada a cubetti togliendo la pelle (il mio gattino è stato moooolto contento!) e unirlo alle melanzane, quando queste saranno talmente morbide da schiacciarle facilmente con una forchetta. Dopo aver rosolato il tutto per circa un minuto, aggiungere la crema di tartufo per amalgamare.


Quando la pasta è al dente farla saltare qualche secondo con il sugo. Io ho usato le candele spezzate in due: perfette!


Impiattare e mangiare. Come ho detto prima le dosi erano esagerate, probabilmente andavano bene per tre persone...oppure per due persone molto affammate!! ;-P


BUON APPETITO!

sabato 2 maggio 2009

Compagnia del Cavatappi e omelette patate, pancetta e provola affumicata.

Come molti altri food blogger, anche io ho deciso di partecipare all'iniziativa indetta dalla Compagnia del Cavatappi, un'azienda a conduzione familiare, con sede a Lauria in provincia di Potenza, che si occupa della vendita online di vini e prodotti tipici.
Per farsi conoscere, si sa, niente di meglio che far girare la voce, in particolare tra chi parla di cucina come facciamo noi food blogger, e ciò ha portato a questo interessante progetto denominato La Compagnia dei Blogger.
In cosa consiste? Noi blogger postiamo un articolo che faccia conoscere l'azienda e il progetto, con alcuni link che rimandino alle loro pagine, e loro s'impegnano a spedirci un buono da poter spendere tra le loro sezioni, ossia la fornitissima enoteca e l'intrigante spazio riservato alla gastronomia, con prodotti come olio, pasta o marmellate. Il buono dipenderà dal pagerank del vostro blog, per cui se avete un blog con pagerank che sia minimo 1 (non fate come me che, talmente entusiasta, ho compilato il modulo di partecipazione quando ancora avevo pagerank zero!!!) visitate la loro pagina e partecipate anche voi, sono certa che l'occasione valga la pena!
Io per lo meno mi posso rifornire di pasta, che qui mi sta iniziando a scarseggiare e al mio prossimo viaggio in Italia, che sarà a breve, potrò tornare con la valigia ben piena!

E ora passiamo invece alla ricetta di oggi, in realtà piuttosto semplice, ma decisamente goduriosa (una ricetta del genere è perfetta per la mia raccolta): una omelette patate, pancetta e provola affumicata, una variazione sul tema di quella trovata nel blog di Barbara.


Le dosi che ho fatto per l'interno delle due omelette sono state un po' esagerate, nel senso che poi era talmente piena da non riuscire a chiuderla, ma questo non vuol dire che è rimasto qualcosa, anzi è sparito tutto alla velocità della luce!


INGREDIENTI
Uova 4 (2 per omelette)
Patate 2 medie
Pancetta a cubetti circa 50g
Provola affumicata circa 50g
Olio, burro, sale e pepe q.b.


PROCEDIMENTO
Pelare le patate, tagliarle a cubetti piccolini e metterle a cuocere in padella con un filo di olio.


Mentre si cuociono le patate, tagliate a cubetti la provola e sbattate le uova (vi conviene farle due alla volta) , salandole e pepandole a piacere.


Quando le patate sono pronte, metterle in un piatto con della carta assorbente, mentre nella stessa padella e con lo stesso fuoco cuocere la pancetta.

Quando la pancetta è quasi cotta, potete iniziare a fare la prima omelette, versando le uova in una padella calda e leggermente imburrata.


Lasciare cuocere finchè la parte sotto inizia a prendere un colore dorato e girare (io l'ho fatto con una forchetta e una paletta).


Appena anche l'altra parte della omelette è cotta, versarci sopra metà delle patate, della provola e della pancetta, piegare e lasciar cuocere fino a che la provola è quasi sciolta. L'altra metà degli ingredienti vanno ovviamente per la seconda omelette.


BUON APPETITO!