Ricerca personalizzata

venerdì 19 agosto 2011

Tortine yogurt e mirtilli

Sono un po' scomparsa, ma non perchè sono in vacanza, semplicemente perchè la bimbuz ora inizia ad essere un po' più sveglia e pretende decisamente più attenzioni. Il tempo che mi rimane, quando dorme, cerco di riposarmi, oppure se sono in vena creativa sfornello un po'; il risultato è che sto collezionando un sacco di ricette, ma non ho mai il tempo per postarle!!
Oggi quindi niente sfornellamenti, ma vi posto queste soddisfacentissime tortine yogurt e mirtilli.


Volevo provare assolutamente questo stampo della Silikomart, arrivatomi con l'ultimo pacco ormai quasi due mesi fa...sobsob, quanto ho dovuto aspettare per provarlo!! E' carino?! Io lo trovo davvero bello, da decisamente un tocco diverso a queste mini cake, che altrimenti possono essere fatte tranquillamente in uno stampino da muffin.




INGREDIENTI
Farina di riso 100g
Farina 00 100g
Zucchero 80g
Uova 2
Latte o panna (a seconda se li volete più o meno light) 50ml
Lievito 1 bustina
Yogurt ai mirtilli 1 vasetto
Mirtilli q.b.



PROCEDIMENTO
Montare lo zucchero con le uova fino a che il composto sia ben spumoso.


Aggiungere lo yogurt e mescolare senza smontare il composto di uova e zucchero.


Aggiungere a questo punto le due farine e il lievito e, successivamente, il latte o la panna, a seconda di quello che avete scelto.


Riempire gli stampini (cercate di riempirli per 3/4, io li ho riempiti fino all'orlo perchè sennò dovevo sporcare un altro stampo per solo una tortina e non mi andava ;P) e poi far affondare i mirtilli. Io ne ho messi circa cinque-sei per stampino, ma potete tranquillamente aumentare la dose.


Infornare a 180° per una ventina di minuti e poi lasciare raffreddare prima di sformare.


Una volta raffreddati del tutto potete anche spolverizzare con un po' di zucchero a velo.

martedì 9 agosto 2011

Costolette di maiale al ribes

Oh, ma che fine avete fatto tutti?? Com'è che io, neo mamma ancora puerpera, posto almeno una ricettina a settimana, mentre quasi tutti i blog che seguo piangono?...sì, lo so non me lo dite: è agosto, la gente va in ferie...e pensare che lo scorso agosto me l'ero fatto per intero in Spagna e poi ero partita per una settimana a Cipro...invece quest'anno mi barcameno tra pannolini e tette al vento (e traslochi imminenti, ma questa non è una novità nelle mie estati)...e con che gioia lo faccio!!! La vita è proprio strana...
Comunque, sebbene tutti avessero data per spacciata ogni mia velleità culinaria all'arrivo della belva, io invece continuo, sempre tra un pannolino e una tetta al vento, a far da mangiare piatti sfiziosi come queste costolette di maiale al ribes.


Non certo un piatto estivo, lo so...ma voi l'avete visto il tempo che sta facendo qua in Friuli?! Vi dico solo che ieri sono dovuta andare a comprare delle tutine maniche lunghe per Serena :// e io che ero così contenta di partorire in estate, così non avrei avuto troppi casini per il vestiario! Sono sempre più convinta che qualcuno lassù mi stia punendo per qualche misfatto della mia vita passata: le ultime settimane di gestazioni con caldo torrido e ora freddo autunnale, ma daiiiii!!!
Passiamo alla ricetta, che è meglio! Nata dopo aver comprato una vaschettina di ribes che mi attiravano da morire, ma che non sono riuscita a mangiare nature perchè troppi aspri, è stata concepita per tre persone, quindi regolatevi voi con le dosi degli ingredienti, tenendo inoltre presente che a me è venuta un bel po' di salsa.



INGREDIENTI
Costolette 3
Ribes 100g
Vino rosso 1/2 bicchiere ca.
Burro 1 noce
Cannela 1 spolverata
Zucchero di canna 1 bustina
Farina 1 cucchiaio



PROCEDIMENTO
Mettere i ribes in padella con il vino rosso, la cannella e lo zucchero, lasciando sobbollire per una decina di minuti.


Nel frattempo cuocere le costolette con la noce di burro in un'altra padella, fino quasi a cottura ultimata. 


Poco prima di unire i ribes alla carne, legare la salsa con una cucchiata di farina e mescolare per bene per eliminare eventuali grumi.


Cuocere fino ad ottenere una testura adeguata della salsa.

 Servire la carne con una generosa cucchiata di salsa.

giovedì 4 agosto 2011

Fusilloni integrali con ricotta e fiori di zucca

Nono, mi dispiace per voi, non vi abbandono! Sono diventata mamma, ma devo pur cibarmi di qualcosa tra una poppata e l'altra, che qui Serena mi succhia anche l'anima! E poi cinque minuti di tempo da dedicare a me e ai miei spazi devo per forza ritagliarmeli altrimenti ne esco fuori pazza!
Quindi già che spignatto in una cucina decente, non come quella di Venezia, e con l'orto della nonna a pochi passi (manna dal cielo, come farò senza?!) mi sbizzarrisco e quindi ecco a voi i miei fusilloni integrali con ricotta e fiori di zucca.


Questo è un altro formato di pasta che ho trovato nel pacco speditomi dall'azienda La fabbrica della pasta di Gragnano, ottimi per noi che amiamo la pasta integrale e ottimi con questo abbinamento estivo! Erano mesi che volevo provare i fiori di zucca come condimento della pasta e devo dire che ho azzeccato tutto, modestamente parlando ;P, ovviamente per quanto riguarda i miei gusti personali.
Stavolta gli ingredienti sono per quattro persone, infatti anche mia madre e mio cognato hanno apprezzato condimento e pasta, sebbene non siano degli estimatori di pasta integrale come me e mio marito.



INGREDIENTI
Fusilloni integrali della Fabbrica della pasta di Gragnano 400g circa
Ricotta fresca 500g
Fiori di zucca 20/30
Sale e pepe q.b.



PROCEDIMENTO
Tagliare i fiori di zucca a listarelle sottili.


Lavorare la ricotta a crema con un cucchiaio di legno, salandola e pepandola.


Mettere i fiori ad appassire in una padella, con eventualmente un filo d'olio, mentre l'acqua si scalda.


Pesare i fusilloni e metterli a bollire nell'acqua salata. Sulla confezione c'è scritto "Cottura 13 minuti a Gragnano", io l'ho scolata a circa 10 minuti, provatela prima quindi.



Una volta scolata la pasta, che terrete un po' al dente, fatela saltare in padella con i fiori di zucca e la ricotta.


Io ho dovuto rimettere il tutto nella pentola perchè la padella era troppo piccola ;)))


Impiattare e spolverare di pepe a piacere.