Ricerca personalizzata

martedì 26 febbraio 2013

Quiche con gambi e foglie del broccolo

Ormai ho ripreso le redini della mia cucina! Sto pure progettando una torta per il battesimo del piccolo, mi manca solo una macchina fotografica decente e poi il blog può ritornare ai vecchi splendori! Vabbè non sogniamo troppo...
Oggi vi propongo una ricetta fatta con gli scarti come i muffin con la buccia della zucca di qualche post fa, solo che stavolta parliamo del broccolo. Normalmente foglie e gambo vengono eliminati, ma io li riutilizzo solitamente per una vellutata con delle patate, questa volta invece ho fatto una quiche con gambi e foglie del broccolo.



Ho tenuto da parte le cimette per fare una pasta che faccio spesso, ma che non vi ho mai postato, devo rimediare al più presto! Altrimenti potete provare questo plumcake salato o quest'altro sugo per la pasta.
Anche qui il sapore è lo stesso delle cimette, solo che la consistenza è più dura quindi i tempi di cottura si allungano, io li cucino nell'acqua che uso per fare a vapore le cimette, altro ottimo modo per risparmiare tempo, acqua ed energia elettrica!
Qui ho utilizzato scarti di due broccoli, uno l'avevo già cucinato qualche tempo fa e messo in freezer, quindi l'ho comunque messo a cucinare insieme a quello fresco.

Questa ricetta partecipa alla interessantissima raccolta di Cucchiaio&pentolone


dateci un'occhiata!



INGREDIENTI
Broccoli (gambo e foglie) 2
Ricotta 100g
Pasta briseè 1 rotolo oppure se volete farla voi seguite questa ricetta.
Asiago o formaggio simile 100g
Uova 1
Sale e pepe q.b.



PROCEDIMENTO
Cucinare gambe e foglie del broccolo in acqua leggermente salata (se volete risparmiare come me potete cucinare nel frattempo a vapore le cimette).


Quando sono ben cotti metterli in una ciotola e passarli con il mixer a immersione


Aggiungere la ricotta e stendere la pasta briseè bucherellandola con una forchetta. Il composto con la ricotta secondo me potrebbe essere benissimo usato anche per dei muffin salati.


Aggiungere a questo punto l'uovo e il formaggio tagliato a cubetti, poi salare e pepare a piacimento.


Spalmare il composto nella pasta briseè e se la pasta, come nel mio caso, è troppa potete fare delle striscioline e ricoprire come fosse una crostata.


Infornare quindi a 180º e cucinare fino a che la pasta è completamente dorata.


Prima di servire, lasciare intiempidire qualche minuto.



BUON APPETITO!

domenica 24 febbraio 2013

Muffin miele e nocciole

Sono tornata a casina mia con la mia cucina e le mie cianfrusaglie quindi mi rimetto sempre volentieri a cucinare. Questa volta, complice una mia amica venuta a bere il thè, ho voluto rifare un dolce che avevo provato quando la macchina fotografica mi aveva dato forfait e quindi non avevo potuto fare le foto per il blog, mi aveva soddisfatto molto quella volta e anche questa non è stata da meno: muffin miele e nocciole.


La prima volta li avevo fatti solo con il miele, tra l'altro uno aromatizzato che gli aveva dato un sapore molto particolare e un profumo incredibile a tutta la casa. Stavolta ho usato un altro miele aromatizzato e ho anche aggiunto le nocciole e devo dire che l'abbinamento è stato azzeccato. Unica variante che secondo me andrebbe provata è l'utilizzo dello zucchero di canna invece di quello raffinato, con il miele secondo me è meglio.



INGREDIENTI
Farina00 100g
Farina di riso 100g
Zucchero 80g
Miele (il mio era all'erica) 80g
Burro 80g
Lievito 1/2 bustina
Latte 200ml
Uova 1



PROCEDIMENTO
Sciogliere il burro a fuoco lento insieme al miele.



Tritare le nocciole non troppo grossolanamente.



Mescolare in una ciotola le farina con il lievito.



Mescolare latte e uova in un'altra ciotola e poi unire ingredienti secchi e quelli umidi, as usual quando si tratta di muffin.



Infornare a 180º per una ventina di minuti. Potete servirli spolverati con un po' di zucchero a velo se siete così bravi da aspettare che si raffreddino un po'...noi ce li siamo pappati praticamente bollenti!




BUON APPETITO!

martedì 12 febbraio 2013

"Diamo del tu ai fornelli" ci sono anche io!

Ieri nella fretta di pubblicarvi la ricetta delle frittelle di mia madre mi sono totalmente dimenticata di una bellissima iniziativa a cui ho partecipato anche io e di cui mi sento molto orgogliosa!

Questo è il primo e-book di Ricetta 2.0 e dei suoi blogger e ovviamente anche io ne ho fatto parte con una ricettina sfiziosa e velocissima che vi invito a leggere e provare. Per farlo potete acquistare il libro presso ePubblica fino al 19 febbraio a un prezzo speciale di 4,99€ altrimenti dal 13 febbraio lo troverete in tutti i principali e-book store italiani (Amazon, Google books, Itunes...); è disponibile per smartphone, tablet, o-book reader e PC.
Ma parliamo del libro: non è un solito ricettario, ma una raccolta di ricette suddivise in quattro categorie emotive ognuna provata e fotografata da 74 blogger che ci hanno messo persino la faccia ;) Per ogni dettaglio vi lascio il link del sito: Diamo del tu ai fornelli.
Forza lettori fateci un giro e comprate questo bel libro, le ricette sono fantastiche e l'idea è davvero incredibile!

lunedì 11 febbraio 2013

Frittelle di Carnevale della mia mamma

Buon Carnevale a tutti! Probabilmente per la prima volta dall'apertura di questo blog, inserisco una ricetta a tema con il periodo, miracolo!!! Anche se in realtà voglio essere onesta, non ho fatto io questa ricetta, ma mia madre. Nessuno fa questa ricetta meglio di mia madre e quindi non mi ci metto nemmeno, perderei di sicuro nel confronto e io odio perdere ;) Meglio papparsi il risultato senza fare fatica, almeno per una volta! E sfruttare pure il suo operato per il mio blog ;)
Insomma se non l'avete ancora capito parlo delle frittelle di Carnevale.


Devo anche avvisarvi che mia madre, ovviamente come tutte le mamme di una volta, va ad occhio e quindi segnare gli ingredienti è stata davvero una tragedia. Quelli segnati sono gli ingredienti finali, ma non posso non avvertirvi che dipende molto dall'uvetta, dalla grandezza delle uova, dalla farina e da millanta altri motivi e che quindi dovrete ingegnarvi ad aggiustare il tiro nel caso la pastella non risulti abbastanza fluida o sia troppo liquida.



INGREDIENTI
Farina 400g
Zucchero 100g
Latte 1 bicchiere
Acqua minerale 1/2 bicchiere
Mele 2
Pinoli 100g
Uvetta 250g
Uova 2
Lievito 1 bustina
Grappa 1 cucchiaio
Sale un pizzico
Succo di limone 1 spruzzata
Olio per friggere q.b.
Zucchero a velo per decorare



PROCEDIMENTO
Tagliare le mele a cubetti e porle in una ciotola capiente con lo zucchero.


Mescolare ed aggiungere man mano i vari ingredienti, avendo cura di lasciare la farina per ultima e di non metterla tutta insieme, ma di dosarla mescolando per riuscire così a capire quando si raggiunge la consistenza perfetta..



Il composto poi deve riposare una mezz'oretta, mentre ad esempio scaldate l'olio, e dopo bisogna ricontrollare che la consistenza sia quella giusta: dovrete aggiungere latte nel caso il composto risulti troppo duro oppure farina se è troppo liquido.


Quando l'olio è caldo spruzzare un po' di limone (evita di bruciare le frittelle, soprattutto le prima che con l'olio caldo si cucinano velocemente) stando molto attenti di non bruciarsi (l'olio schizzerà moltissimo, utilizzate un paraschizzi se ce l'avete) e poi procedere a formare le frittelle utilizzando due cucchiai. Girare poi le frittelle per far sì che si cucinino su entrambi i lati.


Quando le frittelle sono cotte adagiarle su carta da cucina in modo che si assorba l'olio in eccesso.


Prima di servirle spolverare con zucchero a velo. Secondo me calde appena fatte sono il no plus ultra, ma non le disdegno nemmeno il giorno dopo ;) Anadateci cauti che sono delle bombe caloriche!


BUON APPETITO!

mercoledì 6 febbraio 2013

Fagiolini croccanti al forno

Più di un mese...manco da più di un mese sul blog, ma cosa posso dirvi se non che le giornate passano più veloci di quello che vorrei e non riesco mai a combinare nulla di costruittivo. Cioè a parte stare con i miei figli ovvio.
E poi torno e vi posto pure una ricetta facile, che forse manco ricetta si può definire ed è anche poco appetitosa vedendo le foto, ma datele una possibilità e vedrete che mi direte grazie, anzi no, non dite grazie a me perchè in realtà ho copiato spudoratamente da qui questi fagiolini croccanti al forno.


Direi che questa è decisamente una di quelle che amo chiamare "ricette furbe": veloci, buone, anche da poter utilizzare in caso di ospiti (magari questa con ospiti che abbiano poche pretese in fatto di presentazione del piatto ;) ), sono ormai un must della mia cucina da bimamma. Però non credo che questo sia del tutto un male, in fondo a chi non servono un po' di ricette che ci facciano risparmiare tempo, ma che siano anche gustose??



INGREDIENTI
Fagiolini surgelati 500g
Olio evo, pangrattato e parmigiano q.b.
Sale e pepe a piacere



PROCEDIMENTO
Condire i fagiolini con olio, sale e pepe. Potete farlo con i fagiolini lasciati scongelare oppure ancora surgelati in modo che rimangano più croccanti.


Preparare pan grattato e parmigiano polverizzandoli.


 Mettere sui fagiolini e mescolare per bene.


Distribuire sulla placca da forno e cuocere a forno caldo 220° fino a che non sono dorati e croccanti.



Servire subito. Purtroppo a vedersi non sono per niente belli, ma da mangiare credete a me sono fantastici!


BUON APPETITO!