Ricerca personalizzata

mercoledì 25 ottobre 2017

Lasagna di pane raffermo o panigiana

In tutti questi anni il mio foodblog ho avuto vari "buchi": estate, gravidanze, traslochi...sempre mesi di silenzio per X motivi; anche questa volta non sono da meno. Al trasloco si sono aggiunti diversi ostacoli e non per ultimo il computer, che ormai per aprire una pagina ci metteva un secolo, finché ci siamo decisi a comprarne uno nuovo. Nel frattempo ho ritrovato un minimo di routine, ma la mia cucina ancora ne risente e non poco, visto che qui i ritmi sono davvero tutta un'altra storia.
Non voglio lamentarmi e ho pure messo in conto che ormai questo blog è più una sorta di diario di ricette mio personale, più che un blog con chissà che velleità; arriveranno tempi migliori e magari prima o poi riuscirò a concretizzare qualche progetto mio personale che vada al di là di mantenere unita questa famiglia sempre in movimento, che di certo non è poco, ma alle volte sogno qualcosa che sia mia e solo mio.
Comunque vi presento la ricetta nata in questa casa e che sempre quindi sarà legata ai ricordi dei primi tempi qua a Roma: lasagna di pane raffermo o panigiana.



Una ricettona, direte voi e in effetti non posso non concordare! Ma questa ricetta racchiude perfettamente il nostro rientro in patria: trovarci di fronte a una quantità di pane assurda perché ormai il pane italiano non ci piace più, dover trovare il modo di non buttarlo e trovare una ricetta che mi permette di cucinarlo in tempo, in modo tale che rimanga caldo per quando rientro da scuola/rugby/piscina o chi più ne ha, più ne metta.
Il nome "panigiana" è stato inventato da mio marito e deriva ovviamente da parmigiana, suo piatto di battaglia; in effetti ci assomiglia sia nel sapore che nella visuale, solo che è meno calorico!
Ottimo piatto del riciclo non solo del pane, ma anche per formaggi, sugo di pomodoro e brodo.


INGREDIENTI
Passata di pomodoro 1 l
Pane raffermo 500g
Brodo con dado vegetale ca.300ml
Mozzarella da pizza 400g
Aglio 1 spicchio
Sale, olio e basilico q.b.



PROCEDIMENTO
Preparare il sugo di pomodoro con un filo d'olio, lo spicchio d'aglio e condendolo con sale e basilico (anche origano se vi piace).
Nel frattempo scaldare il brodo.


Tagliare il pane raffermo in fettine da circa 1/2cm


Sporcare la teglia con del sugo di pomodoro e poi fare uno strato di pane raffermo.
Bagnare il pane raffermo con il brodo e poi coprire con il sugo di pomodoro e la mozzarella tagliata a pezzettini.


Fate almeno due strati e poi infilare in forno a 180°.


Lasciare raffreddare un attimo prima di servire.


Io non amo in generale i piatti freddi, ma mio marito ha dato l'OK anche mangiato freddo.


BUON APPETITO!

4 commenti:

  1. Ma che bella idea hai avuto.Sai che mi ispira un sacco? deve essere ottima. Un misto tra la parmigiana e la panzanella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' veramente molto buona, ma forse io sono di parte perché amo moltissimo queste preparazioni al forno con formaggio filante ;P

      Elimina
  2. Che idea fantastica e pratica per riciclare il pane raffermo, altro che polpette!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, effettivamente ricicli molto più pane così.

      Elimina

Incantata di ascoltare quello che hai da dire!