Ricerca personalizzata

venerdì 24 giugno 2016

Cestini di pasta brisèe al basilico

Estate...finalmente! So che il caldo mi ammazza, la sabbia si infila dappertutto, i bambini non sono a scuola, ma io non ci posso far niente: amo l'estate, le vacanze, il dolce far niente, le cicale, l'abbronzatura, i picnic e gli aperò-dinatoire o aperi-cena!
E proprio per una serata tra amici, ho preparato questi cestini di pasta brisèe al basilico


Avevo già provato a mettere del basilico nella pasta brisèe in questa ricetta, ma non era abbastanza "basilicosa", in questo modo invece trovo che l'aroma del basilico si senta di più.
Presentazione a fiorellino riuscita a metà, troppo profondi gli stampini.



INGREDIENTI
Farina 100g
Burro 50g
Basilico un mazzolino per la brisèe e qualche foglia per la farcitura
Olio 1 cucchiai
Acqua 2 cucchiai
Sale un pizzico
Formaggio tipo philadelphia e pomodorini per farcire



PROCEDIMENTO
Triturare le foglie di basilico con un pizzico di sale, l'olio e l'acqua.


Io l'ho fatto con il mixer a immersione, facendo attenzione a non farlo andare troppo forte per non scaldare le foglie che altrimenti perdono l'aroma.
Se siete bravi e pazienti il top sarebbe di farlo a mano...io non sono né brava, né paziente!! :D


Lavorare il burro e la farina con le dita in modo da ottenere delle briciole.
Aggiungere il composto al basilico, formare una palla da ricoprire con la pellicola e lasciare in frigo a riposare almeno mezz'ora.


Formare dei piccoli cestini con una tagliabiscotti a forma di fiore e metterli in stampi da mini muffin.
Infornare a 180° per 15 minuti circa (dipende sempre da quanto cuoce il vostro forno).


Nel frattempo preparare la farcia mescolando il formaggio con il basilico spezzettato.


Tagliare i pomodorini in due e mettere il formaggio in nua sac a poche.
Io ho usato mezza vaschetta di formaggio, ma me n'è rimasto almeno metà, se non di più.


Quando i cestini saranno freddi riempirli con la crema di formaggio aggiungendo metà pomodorino sopra.


Dovrebbero sembrare dei mini fiorellini ;P


BUON APPETITO!

lunedì 13 giugno 2016

Dolcetti morbidi personalizzabili

Normalmente non amo inserire nel blog ricette stracollaudate che ormai girano nel web da anni, vorrei poter postare piatti il più originali possibile, ma alcune volte faccio uno strappo alla regola quando si tratta di ricette che meritino davvero di essere divulgate, proprio come per questi dolcetti morbidi personalizzabili.


Il loro nome sarebbe dolcetti morbidi 4 4 2 2 1 1 come ribattezzati nel lontano 2009 dalla divulgatrice in questo forum, una ricetta che tutti i food blogger che da anni girano nel web hanno visto almeno una volta. Una ricetta facilissima, velocissima, che ti permette di fare una bella quantità di dolcetti da personalizzare ogni volta in modo diverso e ottima anche al gusto, insomma le ha tutte!
Io li ho chiamati diversamente perché non usando le bustine di zucchero vanigliato, ma l'estratto di vaniglia, ho un due in meno nel conto degli ingredienti :D oltre al fatto che, come nel caso delle foto, di solito parto da un uovo solo ;)
Siccome non ho i cups, mi sono servita di un bricco (rotto adesso...grazie al mio terremoto numero due!) con le tacche anche per le cups, ma se andate sul post originale avrete tutte le conversioni, in ml, in g e mille altri consigli da chi l'ha provata.
Ecco i miei dolcetti con 1 uovo.



INGREDIENTI
Uova 1
Latte 1 cucchiaio
Farina 1/2 tazza o 125ml
Olio 1/4 di tazza o 62,5ml
Lievito 1/4 di bustina
Estratto di vaniglia 1 cucchiaino
Per decorare: in questo caso scagliette di cioccolato nero e bianco




PROCEDIMENTO
Montare le uova con lo zucchero, aggiungere l'estratto di vaniglia e l'olio a filo.


Continuare a montare aggiungendo prima il latte poi la farina e il lievito


La farina va aggiunta un cucchiaio alla volta


Distribuire nei mini pirottini (ma è stata provata anche nei pirottini da muffin o come torta) riempiendoli a metà e decorare con le scagliette o con quello che avete scelto.
Molto buoni anche con la marmellata, ma non ne abusate perché essendo molto morbidi la marmellata tende a sprofondare parecchio.


Infornare in forno caldo a 180° per una decina di minuti, fino a quando saranno gonfi e dorati.


BUON APPETITO!

martedì 31 maggio 2016

Roselline di mela

Periodo super impegnato questo: inizia il bel tempo, le uscite, nonché l'ultimo mese (la scuola e le varie attività qui in Francia finiscono tutte insieme a fine giugno/inizio luglio) prima della chiusura di tutte le attività con relativi saggi, spettacoli, feste...
Queste le motivazioni principali per cui tiro fuori una ricetta da archivio, fatta con la mia mitica Au Pair che è venuta a darmi una mano anche a febbraio, quando il marito è partito tre settimane e insieme abbiamo pasticciato un pochino. Uno dei pasticci è proprio questo: roselline di mela.


Impazzano sul web da un po' ormai, io le avevo viste su Pinterest (ovviamente), ma non mi ci ero mai messa; perché loro sono facili, ma il noioso lavoro di tagliare le fette di mela sottile proprio mi scoccia da morire! Un po' come snocciolare le ciliegie, motivo per cui in questo blog sono pochissime le ricette con quella frutta, che adoro e che mi mangio al naturale molto più volentieri!
Vi lascio alla ricetta, mai come questa volta le foto passo a passo sono utilissime per capire come fare.



INGREDIENTI
Sfoglia di pasta sfoglia (meglio se rettangolare) 1
Mela 1
Marmellata a piacere (io alle banane, dalle Antille Francesi) qualche cucchiaiata
Zucchero a velo e/o cannella per spolverare



PROCEDIMENTO
Tagliare la mela in sottilissime fettine e la pasta sfoglia per lungo come nella foto.
Spalmare la marmellata sulla pasta sfoglia e poi posizionare le fettine di mela a metà della striscia, in modo che rimangono un po' fuori.


Chiudere la pasta sfoglia sulle fettine di mela.


Con delicatezza arrotolare la striscia di sfoglia e mela su stessa.


Posizionare le roselline in uno stampo da muffin


Cuocere in forno a 180° fino a quando la sfoglia inizia a dorarsi.
Se la mela inizia a diventare troppo scura, metteteci un po' di carta forno sopra.


Spolverare con zucchero a velo e/o cannella.


Cercare di non mangiarle tutte subito e, soprattutto, lasciatela intiepidire perché la marmellata interna è bollentissima!


BUON APPETITO!

venerdì 20 maggio 2016

Pane condito per aperitivo o pain herisson

Inizia la stagione degli aperitivi o meglio qui chiamati aperò dinatoire (un aperitivo che diventa cena tanto per capirsi). Giusto per fare un esempio questa settimana ne abbiamo fatto uno lunedì e uno ieri.
Oltre alle solite cose tipo tapenade, olive, crostini, etc.etc. ho voluto provare una cosuccia incontrata diverse volte su Pinterest: pane condito per aperitivo.


Non sapevo proprio come chiamarlo, se qualcuno ha un'idea migliore suggerire prego :D la traduzione francese, pane riccio, è decisamente deludente.
Comunque è davvero moto semplice e veramente gustoso, non light, ma nessuno ha mai detto che questo è  un blog di cucina light giusto?!? ;)
La mia pagnotta di pane era fresca, molto croccante all'esterno, mentre la mollica era molto morbida, secondo me se il pane è di un giorno o due potrebbe rendere di più. Se provate con pane non fresco fatemi sapere.



INGREDIENTI
Pane 1 pagnotta
Formaggio che fila (mozzarellona da pizza e provola per me) q.b.
Burro 100g
Erba cipollina un mazzolino



PROCEDIMENTO
Tagliare la pagnotta in orizzontale e in verticale, in modo da ottenere una specie di griglia.
Tagliare il formaggio a fettine piuttosto sottili e infilarle negli interstizi della pagnotta.


Questo il risultato: ogni spazio deve essere riempito


Sciogliere a fuoco lentissimo il burro con l'erba cipollina ben sminuzzata.


Spalmare poi il burro su tutta la pagnotta, in modo tale che sia totalmente bagnata.
Mettere in forno a 180° per circa 15 minuti, ossia finché il formaggio non si è ben sciolto.


Togliere dal forno e gustare, non aspettare che si raffreddi.
Ognuno potrà prendersi un bel quadrattino di pane inzuppato di formaggio, una goduria!


 BUON APPETITO!

martedì 10 maggio 2016

Pancakes banane, cocco e mirtilli

Come ogni arrivo del beltempo sapete ormai che io inizio a sparire: dopo l'Inghilterra è arrivato un ponte lungo passato tra la Savoia e la Svizzera, poi la casa di rimettere in ordine, picnic da fare in spiaggia, amici con cui passare il tempo...
Quindi la bella stagione per me è tutto fuorché cucina, non ho il tempo né di cucinare né di scrivere sul blog, ma ci provo e oggi voglio presentarvi una ricetta perfetta per una sana colazione senza glutine: pancakes banane, cocco e mirtilli.


La ricetta è semplicissima, un po' meno è cucinarli perché sono molto leggeri e quindi tendono a spaccarsi quando li si gira. Ci vuole un po' di attenzione.


Non sono molto dolci e quindi li ho accompagnati con dello sciroppo d'agave, ma va benissimo anche della marmellata o dello sciroppo d'acero.
Io li ho molto apprezzati, anche se sono un po' una bomba proteica tra uova e banane :D per una buona carica mattutina!



INGREDIENTI
Banane 4
Uova 4
Mirtilli 100g
Cocco grattuggiato 100g
Zucchero 2 cucchiai
Olio o burro per la padella q.b.
Sciroppo d'agave q.b.



PROCEDIMENTO
Schiacciare le banane con le uova.


Aggiungere i mirtilli e il cocco.


Scaldare l'olio o il burro nella padella e cuocere una mestolata di composto.


Quando iniziano a formarsi le bollicine in superficie, girare e terminare di cuocere nell'altro lato.


Mangiare irrorati di sciroppo d'agave e con un bel bicchiere di spremuta (per me spremuta di pompelmo).


BUON APPETITO!

giovedì 21 aprile 2016

Plumcake salato di soli albumi

Mentre a Tolone e in Italia si inizia a girare sempre più nudi, io ho ben pensato di fare una capatina da mia sorella a prendere pioggia e freddo. Prima di partire però ho caricato le foto di una ricetta dall'archivio per non abbandonarvi del tutto durante 3 settimane, quindi eccomi qua con il mio plumcake salato di soli albumi.


Chi non ha albumi da finire? Io evito tutte le ricette che me li facciano accumulare, ma ogni tanto la pasta frolla tocca e quindi che fare di tutti quegli albumi rimasti? Ho letto da poco che due albumi possono essere considerati come un uovo intero e quindi ho provato la mia ormai collaudata ricetta base del plumcake salato nella variante solo albumi.
Sofficissima, da provare con tutti gli ingredienti che più vi sconfinferano, io sono rimasta sul classico: prosciutto e olive. Potete trovare qualche ispirazione nella mia sezione di torte salate.



INGREDIENTI
Albumi 6
Latte 100ml
Olio EVO 100 ml
Farina 00 3bustina
Lievito 1 bustina
Parmigiano o grana 100g
Sale e pepe un pizzico
Emmental rapè per gratinare
Olive una piccola manciata
Prosciutto cotto da toast 4 fette



PROCEDIMENTO
Montare gli albumi con il sale e quando iniziano a schiumare aggiungere il latte e l'olio a filo.


Aggiungere il formaggio grattato, la farina, il lievito e il pepe.


Quando si ha un composto omogeneo aggiungere prosciutto ed olive, o gli ingredienti da voi scelti.


Mettere in uno stampo da plumcake.


Ricoprire con emmental rape o qualsiasi formaggio per gratinare.


Infornare a 180° per una mezz'oretta controllando la cottura con uno stecchino prima di spegnere il forno.


È buono anche freddo il giorno dopo.


BUON APPETITO!

mercoledì 30 marzo 2016

Bunny cake o torta coniglietto

Pasqua è appena passata e io mi sono divertita un bel po' a infornare dolci, anzi mi sono pure data ai lievitati! Ho infatti riprovato la colomba pasquale da portare a pranzo domenica dai nostri amici greci. Stavolta l'ho fatta con gocce di cioccolato e glassa al cioccolato (albumi + zucchero a velo + cacao) e aumentando un pochino lo zucchero, visto che l'altra volta era risultata poco dolce. Perfetta! Io soddisfatta di aver ripreso a lievitare, tutti gli altri contenti di mangiare i miei lievitati!
Più semplice, invece, ma sicuramente più amata dai bambini questa carinissima bunny cake o torta coniglietto.


Idea venuta girovagando su Pinterest, mentre cercavo idee per Pasqua.
Ci si può davvero sbizzarrire sia con la torta che con la decorazione. Io ho usato una semplice quattro quarti, una glassa al limone e poi ho dato fondo alla miriade di decorazioni che ho in dispensa, ma si può benissimo usare la panna e decorazioni in pdz e la torta base che più amate, a voi la scelta,


Serve dire che mi sono divertita un casino a farla?
Un po' meno quando i miei figli l'hanno vista e hanno esclamato: Che bel gatto!!! >_<
Gli ingredienti sono per due torte con stampo da 18cm.
Se la provate lasciatemi il link nei messaggi o mandatemi la foto via mail, mi farebbe davvero piacere poter vedere altri risultati :)



INGREDIENTI
Uova 3 (circa 200g) + 3
Farina 200g + 200g
Burro 200g + 200g
Zucchero 200g + 200g
Lievito mezza bustina
Limone 1
Zucchero a velo 300g
Acqua qualche goccia
Decorazioni varie q,b,



PROCEDIMENTO
Preparare la prima delle due torte iniziando ad amalgamare il burro a temperatura ambiente e lo zucchero.


Aggiungere le uova una alla volta e l'aroma (io ho messo la scorza del limone e un po' di aroma limone che dovevo finire).


Aggiungere infine la farina e il lievito.


Mettere nello stampo e infornare a 180° per una mezz'oretta.
Ripetere il tutto per la seconda torta.


Lasciare le due torte raffreddare contrarie, in modo tale da appiattire l'eventuale gonfiore (io ho fatto le torte il giorno prima).
Tagliare poi le orecchie del coniglio utilizzando o un modello oppure con il fondo dello stampo fare la prima orecchia e poi usare quella come modello (stando attenti di lasciare lo spazio centrale per il papillon).


Ecco come risulteranno le vostre due torte tagliate.


Preparare la glassa aggiungendo allo zucchero a velo il succo del limone ed eventualmente dell'acqua, a seconda di quanto la volete liquida. Non fatela troppo liquida perché sennò diventa anche trasparente e invece deve rimanere bella bianca.


Mettere la glassa sulla torta piuttosto velocemente perché tende ad indurirsi.


A questo punto date sfogo alla creatività :)
Io ho usato caramelline, un fiore di zucchero per il papillon e una penna di cioccolato per baffi, bocca e occhi, ma potete anche usare la pdz, il mmf o quello che vi viene in mente.


BUON APPETITO!