Ricerca personalizzata

giovedì 21 aprile 2016

Plumcake salato di soli albumi

Mentre a Tolone e in Italia si inizia a girare sempre più nudi, io ho ben pensato di fare una capatina da mia sorella a prendere pioggia e freddo. Prima di partire però ho caricato le foto di una ricetta dall'archivio per non abbandonarvi del tutto durante 3 settimane, quindi eccomi qua con il mio plumcake salato di soli albumi.


Chi non ha albumi da finire? Io evito tutte le ricette che me li facciano accumulare, ma ogni tanto la pasta frolla tocca e quindi che fare di tutti quegli albumi rimasti? Ho letto da poco che due albumi possono essere considerati come un uovo intero e quindi ho provato la mia ormai collaudata ricetta base del plumcake salato nella variante solo albumi.
Sofficissima, da provare con tutti gli ingredienti che più vi sconfinferano, io sono rimasta sul classico: prosciutto e olive. Potete trovare qualche ispirazione nella mia sezione di torte salate.



INGREDIENTI
Albumi 6
Latte 100ml
Olio EVO 100 ml
Farina 00 3bustina
Lievito 1 bustina
Parmigiano o grana 100g
Sale e pepe un pizzico
Emmental rapè per gratinare
Olive una piccola manciata
Prosciutto cotto da toast 4 fette



PROCEDIMENTO
Montare gli albumi con il sale e quando iniziano a schiumare aggiungere il latte e l'olio a filo.


Aggiungere il formaggio grattato, la farina, il lievito e il pepe.


Quando si ha un composto omogeneo aggiungere prosciutto ed olive, o gli ingredienti da voi scelti.


Mettere in uno stampo da plumcake.


Ricoprire con emmental rape o qualsiasi formaggio per gratinare.


Infornare a 180° per una mezz'oretta controllando la cottura con uno stecchino prima di spegnere il forno.


È buono anche freddo il giorno dopo.


BUON APPETITO!

mercoledì 30 marzo 2016

Bunny cake o torta coniglietto

Pasqua è appena passata e io mi sono divertita un bel po' a infornare dolci, anzi mi sono pure data ai lievitati! Ho infatti riprovato la colomba pasquale da portare a pranzo domenica dai nostri amici greci. Stavolta l'ho fatta con gocce di cioccolato e glassa al cioccolato (albumi + zucchero a velo + cacao) e aumentando un pochino lo zucchero, visto che l'altra volta era risultata poco dolce. Perfetta! Io soddisfatta di aver ripreso a lievitare, tutti gli altri contenti di mangiare i miei lievitati!
Più semplice, invece, ma sicuramente più amata dai bambini questa carinissima bunny cake o torta coniglietto.


Idea venuta girovagando su Pinterest, mentre cercavo idee per Pasqua.
Ci si può davvero sbizzarrire sia con la torta che con la decorazione. Io ho usato una semplice quattro quarti, una glassa al limone e poi ho dato fondo alla miriade di decorazioni che ho in dispensa, ma si può benissimo usare la panna e decorazioni in pdz e la torta base che più amate, a voi la scelta,


Serve dire che mi sono divertita un casino a farla?
Un po' meno quando i miei figli l'hanno vista e hanno esclamato: Che bel gatto!!! >_<
Gli ingredienti sono per due torte con stampo da 18cm.
Se la provate lasciatemi il link nei messaggi o mandatemi la foto via mail, mi farebbe davvero piacere poter vedere altri risultati :)



INGREDIENTI
Uova 3 (circa 200g) + 3
Farina 200g + 200g
Burro 200g + 200g
Zucchero 200g + 200g
Lievito mezza bustina
Limone 1
Zucchero a velo 300g
Acqua qualche goccia
Decorazioni varie q,b,



PROCEDIMENTO
Preparare la prima delle due torte iniziando ad amalgamare il burro a temperatura ambiente e lo zucchero.


Aggiungere le uova una alla volta e l'aroma (io ho messo la scorza del limone e un po' di aroma limone che dovevo finire).


Aggiungere infine la farina e il lievito.


Mettere nello stampo e infornare a 180° per una mezz'oretta.
Ripetere il tutto per la seconda torta.


Lasciare le due torte raffreddare contrarie, in modo tale da appiattire l'eventuale gonfiore (io ho fatto le torte il giorno prima).
Tagliare poi le orecchie del coniglio utilizzando o un modello oppure con il fondo dello stampo fare la prima orecchia e poi usare quella come modello (stando attenti di lasciare lo spazio centrale per il papillon).


Ecco come risulteranno le vostre due torte tagliate.


Preparare la glassa aggiungendo allo zucchero a velo il succo del limone ed eventualmente dell'acqua, a seconda di quanto la volete liquida. Non fatela troppo liquida perché sennò diventa anche trasparente e invece deve rimanere bella bianca.


Mettere la glassa sulla torta piuttosto velocemente perché tende ad indurirsi.


A questo punto date sfogo alla creatività :)
Io ho usato caramelline, un fiore di zucchero per il papillon e una penna di cioccolato per baffi, bocca e occhi, ma potete anche usare la pdz, il mmf o quello che vi viene in mente.


BUON APPETITO!

mercoledì 23 marzo 2016

Crostatine vegane al cacao e crema al cocco

Non sono una grande fan della cucina vegana, sono convinta che si deve limitare la carne, dare più spazio a cereali e legumi, magari pure fare dei periodi di vegetarianesimo, ma l'estremismo vegano non fa decisamente al caso mio per svariati motivi che non sto qui ad elencare (anche perché vorrei evitare di innescare inutili discussioni senza fine).
Quindi dicevo, non sono una grande fan di questo tipo di cucina, ma sono curiosa e mi piace scoprire ricette nuovi, abbinamenti diversi dal solito e ingredienti particolari, per questi motivi sono nate queste crostatine vegane al cacao e crema al cocco.


Che poi a dirla tutta la crema in realtà non è vegana perché ho usato il latte normale, ma lo può diventare facilmente cambiandolo con qualche latte vegetale o semplicemente con l'acqua.
L'ispirazione mi è venuta su instagram, poi per la realizzazione ho attinto un po' da qua e po' da qua.
Adatto per gli amanti del cocco, perché il suo sapore e il suo profumo sono fortissimi!



INGREDIENTI
Per la frolla
Latte di cocco 150g
Farina 200g
Farina di cocco 50g
Zucchero di canna 120g
Maizena 1 cucchiaio

Cacao amaro 30g
Olio (io olio di pistacchio marchio Deluxe del Lidl) 80g
Lievito 5g

Per la crema
Latte di cocco 300ml (se avete utilizzato una lattina da 400g è quello che ne resta dopo aver fatto la frolla)
Latte 200ml
Farina di cocco 20g
Zucchero di canna 40g
Maizena 30g



PROCEDIMENTO
Preparare innanzitutto la frolla mescolando tutti gli ingredienti insieme per formare un impasto un po' appiccicoso, ma che si riesce comunque a lavorare.
Formare una palla, avvolgerla nella pellicola e lasciarla riposare in frigo almeno un'ora.


Preparare nel frattempo la crema: mescolare gli ingredienti secchi poi aggiungere i due latti e mettere sul fuoco a fiamma medio-bassa.
Mescolare spesso per evitare che si formino grumi o che la crema si attacchi.


Una volta raggiunta la consistenza desiderata (bastano pochi minuti dall'inizio del bollore) travasare la crema in una ciotola e coprirla con la pellicola in modo tale che questa tocchi tutta la superficie della crema, per evitare che raffreddandosi formi la pelliccina.


Quando al frolla avrà riposato, preparare le crostatine.
La frolla non sarà lavorabile come una frolla normale, io non ho nemmeno provato a usare il mattarello, ma ho semplicemente fatto tutto con le mani.
Prima di cuocere bucherellare la frolla con una forchetta e poi infornare a 180°.


La frolla tenderà a gonfiarsi, potete utilizzare il metodo dei legumi secchi in cottura, io ho preferito abbassare la frolla con un cucchiaino appena uscita dal forno e, quindi, ancora calda e malleabile.


Quando le crostatine saranno completamente raffreddate riempirle con la crema.


Se volete decorarle potete usare un po' di farina di cocco o delle mandorle a lamelle.


BUON APPETITO!

venerdì 11 marzo 2016

Pirofila di french toast con mirtilli / Overnight blueberries french toast casserole

Ultima ricetta del breakfast/brunch con le Army wives che ho tenuto a casa mia un mesetto fa, come anticipavo nello scorso post è una fantastica pirofila di french toast con mirtilli.


Ormai mi sono presa dentro con sti French toast, che sono ottimi per riciclare il pane che in casa nostra rimane sempre e non so mai come finirlo per non buttarlo.
Questa casserole è ottima se non si ha tempo la mattina, perché si deve riposare in frigo da un paio d'ore a una notte intera, così la mattina si deve solo infilare in forno.
L'ho anche provata con i ribes e il pane con i semini, divina!



INGREDIENTI
Pane vecchio (o brioche) 350g
Uova 8
Latte 500ml
Zucchero di canna 150g
Estratto di vaniglia 1cucchiaio abbondante
Mirtilli 180g



PROCEDIMENTO
Tagliare il pane in grossi cubi.


Battere le uova con l'estratto di vaniglia e lo zucchero di canna.


Aggiungere il latte alle uova e spargere i mirtilli nella pirofila con il pane.


Pian piano aggiungere il composto di latte e uova al pane.


Fate con attenzione e versate in tutta la grandezza della pirofila.


Schiacciate poi un po' il pane in modo che assorba il più possibile il liquido


Coprire con la pellicola e mettere in frigo da un minimo di due ore fino tutto la notte.


La mattina seguente accendere il forno a 180° e infilare la pirofila dopo aver tolto la pellicola.


Cuocere 45' minuti circa, ossia fino a quando la superficie inizia a imbrunire.


BUON APPETITO!

venerdì 4 marzo 2016

Mini bacon and eggs

Qualche settimana fa ho ospitato le Army wives per una colazione tra donne expat, cosa che facciamo ogni mese, ma di solito in un bar sul mare, visto però il clima orrido abbiamo lasciato perdere per un paio di mesi la riva del mare per lidi più caldi.
Mi sono quindi divertita a pensare e poi ideare qualche ricettina per un brunch ed avendo svariate inglesi e americane tra le ospiti ho pensato a questi carinissimi mini bacon and eggs.


Ottimi anche per un buffet in piedi, sono le tipiche omelette uova e pancetta, ma in forma di mini muffin. Si possono anche personalizzare nel gusto e infatti io in alcuni ci ho aggiunto del formaggio al pepe per raclette che mi era avanzato.


Insieme a questi ho preparato la bevanda di zenzero e limone, un centrifugato di pompelmo, kiwi e succo di mela, nonché un'eccezionale pirofila di french toast che posterò a breve.



INGREDIENTI
Uova 6
Latte 2 cucchiai
Bacon 100g
Emmental per gratinare
Sale e pepe q.b.
Formaggio o altri ingredienti a piacere



PROCEDIMENTO
Mettere nei pirottini il bacon con gli eventuali altri ingredienti, ripartendoli in parti uguali.


Sbattere le uova insieme al latte.
Salare, pepare e ripartire nei pirottini.


Mettere l'emmental per la gratinatura e infornare a 180°.


Quando sono gonfi e dorati togliere dal forno.


Lasciare raffreddare un attimo prima di togliere dai pirottini e servire.


BUON APPETITO!

domenica 21 febbraio 2016

Bevanda di zenzero e limone

Ho sempre amato moltissimo lo zenzero e le limonate e avevo provato a fare una bevanda con questi due sapori, solo per semplice infusione, ma non ne sono stata mai pienamente soddisfatta, per svariati motivi, primo fra tutti il sapore poco forte dello zenzero e il fatto che non durasse molto tempo anche se tenuta in frigo.
Un giorno sono andata a casa di un'amica americana-messicana e ho visto una caraffa con dei pezzi di zenzero dentro; ho chiesto cos'era ed è la ricetta che sto per postare: bevanda di zenzero e limone.


Le ho chiesto come la facesse lei e da quando l'ho provata ne sono completamente dipendente!
Niente di difficile, che sia chiaro, e assolutamente non adatta a chi non ama il piccante.


INGREDIENTI
Zenzero fresco 10/15 cm circa.
Limone bio 1 (succo e buccia)
Acqua 1l
Zucchero (facoltativo) q.b.



PROCEDIMENTO
Pelare il limone (mi raccomando che sia bio, visto che dovete usare la buccia) con un pelapatate in modo tale da non tirare via la parte bianca.
Pelare lo zenzero e tagliarlo a pezzi.



Unire l'acqua alla buccia e allo zenzero e mettere sul fuoco. Una volta raggiunto il bollore, lasciar bollire qualche minuto e poi spegnere.
Questo passaggio è necessario per far uscire il succo piccante dello zenzero e uccidere i germi che lo farebbero inacidire in breve tempo.


Spremere il limone e aggiungerlo.


Lasciare raffreddare e gustare. Se volete potete zuccherarlo o aggiungerci acqua, se il sapore è troppo forte.
Riporre in frigo dove dura anche 3/4 giorni.


BUON APPETITO!

domenica 14 febbraio 2016

Rosti al forno con le uova

Sempre maledettissimo Pinterest insieme alla sempre più stretta conoscenza di americani e inglesi, mi hanno portato un sacco di curiosità verso il brunch e la colazione salata, non perché ami il salato alla mattina, ma perché molte ricette sono perfette anche per cena.
E' proprio il caso di questo rosti al forno con le uova.


Amante delle patate infatti non potevo non adocchiare questa casserole di patate e pancetta con tanto di uova in cima, ovviamente per cena, che per colazione è davvero troppo per me, abituata a waffles, cereali, biscotti o pancakes!


La ricetta di riferimento è questa anche se io non l'ho seguita proprio alla lettera, per esempio non ho aspettato che le patate si raffreddassero totalmente, la cosa è un po' più complicata, ma fattibile, quindi il piatto è preparabile anche all'ultimo momento.
L'ho semplificato anche negli ingredienti...insomma al solito un'altra ricetta totalmente ^__^
Il rosti è bastato per noi quattro, ossia due adulti e due bambini voraci :)



INGREDIENTI
Patate 10 medio/piccole
Pancetta (va bene anche quella affumicata) 150g
Parmigiano 100g
Uova 2 (o 4 se volete un uovo a testa)
Sale e pepe q.b.



PROCEDIMENTO
Bollire le patate con la buccia.
Quando le patate si trapassano con uno stuzzicadente, scolarle e togliere la buccia sotto l'acqua fredda.
Mentre si preparano gli altri ingredienti, mettere le patate in frigorifero a raffreddare.


Passare la pancetta in padella.


Con una grattugia a fori larghi, grattare il formaggio e le patate (se le patate non sono completamente fredde questa operazione sarà poco agevole ma,come ho detto prima, praticabile).
Unire la pancetta, salare e pepare.


Dopo aver imburrato una pirofila della grandezza adeguata, schiacciare il composto e infornare in forno caldo a 180°.


Quando la superficie inizia a imbrunirsi, tirare fuori dal forno e praticare due "buchi" dove andrete ad adagiarci le uova.


Cuocere ancora per una decina di minuti.


Servire caldo.


BUON APPETITO!