Ricerca personalizzata

lunedì 19 settembre 2016

Hamburger di patate

Ancora niente macchina fotografica e solo ora iniziano a rinfrescarsi le temperature e quindi si ricomincia a cucinare, comunque ho ancora qualche foto in archivio che sfrutterò per non lasciare del tutto abbandonato il mio blogghino.
Chi mi segue dall'inizio sa quanto io ami le patate e quindi non ci si può stupire di quanto amassi questo piatto che mia madre mi proponeva sempre troppo poco e cioè: hamburger di patate.


Ho fatto diverse prove prima di raggiungere un risultato che mi soddisfacesse, ma in ogni caso non sono mai riuscita a ricreare quella ricetta che ho nella memoria...chi lo sa perché ma alcune ricette dell'infanzia rimarranno sempre e solo in quell'epoca...



INGREDIENTI
Patate 4 medie
Parmigiano 150g
Uovo 1
Farina per panare q.b.
Sale q.b.



PROCEDIMENTO
Tagliare le patate e julienne, salarle e lasciare sgocciolare una mezz'oretta. Nel frattempo grattare anche il parmigiano.


Strizzare le patate dall'acqua rimasta e poi mescolare con l'uovo e il parmigiano.


Preparare con le mani degli hamburger non troppo alti, sennò fanno fatica a cuocersi, e passarli nella farina.


Cuocere a fuoco medio basso fino a che siano ben cotti anche all'interno.


Servire con un contorno a piacere o in un panino!


BUON APPETITO!

giovedì 1 settembre 2016

Torta mandorle e rabarbaro con crumble al cocco

Un mese esatto dal mio ultimo posto, un mese dove abbiamo viaggiato, abbiamo scoperto un paese bellissimo, siamo tornati e abbiamo fatto il pieno di mare; oggi è il mio primo pomeriggio sola con il piccolino, mentre i due grandi sono rientrati all'ecole.
In questo mese ho anche rotto la mia macchina fotografica (un must nelle mie vacanze) o meglio il vulcano numero due di casa è riuscito a farmi cadere la borsa con dentro la macchina che non si è più accesa. Il primo giorno di vacanza...Quindi 17 giorni in Islanda facendo foto con il cellulare...no commet!
E quindi continuiamo a mantenere lo standard facendo foto con il cellulare e ricordandoci un po' di sapori islandesi con questa torta mandorle e rabarbaro con crumble al cocco.


Il rabarbaro è molto popolare in Islanda e io lo amo moltissimo, soprattutto in torte morbide con il crumble sopra. Questa è una mia invenzione sulla falsa riga di una torta già provata e postata un annetto fa. L'ho proposta a una grigliata con amici e ha avuto davvero molto successo.
Spero di essere presente come quest'anno passato almeno una volta a settimana, ma con il piccolo che ora interagisce fin troppo e senza la macchina fotografica la vedo davvero dura! Ci proverò!



INGREDIENTI
Rabarbaro 4 gambi ben rossi
Zucchero 50g (25g di canna + 25g aromatizzato alla vaniglia)
Farina00 100g
Mandorle ben tritate 100g
Lievito 1/2 bustina
Uova 2
Burro 150g
Zucchero 100g (50g di canna + 50g aromatizzato alla vaniglia)
Estratto di vaniglia 1 cucchiaino

Per il crumble
Burro 100g
Farina 50g
Farina di cocco 100g
Zucchero 100g (50g di canna + 50g aromatizzato alla vaniglia)



PROCEDIMENTO
Tagliare il rabarbaro a tocchetti pulendolo per bene dai filamenti. Aggiungerci i primi 50g di zucchero e lasciare riposare in frigo mentre si prepara il resto.


Preparare il crumble mescolando con le mani tutti gli ingredienti in modo da renderli briciole.
Lasciare poi riposare in frigo.


A questo punto lavorare lo zucchero con il burro a temperatura ambiente e aggiungere le uova una alla volta.
Alla fine aggiungere le due farine e il lievito.


A questo punto mettere l'impasto in una tortiera (meglio se non a cerniera, il burro tende a uscire), appoggiare il rabarbaro su tutta la superficie e poi ricoprire con il crumble.


Infornare in forno caldo a 180° e chiudere quando la torta risulta ben dorata in superficie.
E' una torta molto molto morbida, meglio evitare di mangiarla calda altrimenti si sfalderà; potrebbe essere un'idea metterla in frigo per far rassodare un po' il burro se è estate e fa molto caldo.


BUON APPETITO!

lunedì 1 agosto 2016

Torta castello di Frozen e qualche idea per il buffet di compleanno

E alla fine anche quest'anno la festa della mia ormai cinquenne è passata. La sua è sempre la festa più complicata perché essendo fuori dall'anno scolastico gli inviti sono molti (non potendo festeggiare a scuola come invece può fare Jacopo) e si aggiungono anche gli amici del papà, che compie gli anni una decina di giorni dopo (cioè oggi!) e che festeggia un po' anche lui.
Il tema quest'anno è stato ovviamente la Reine des neiges, ossia Frozen, storia che appassiona pure Jacopo (anche se però lui vuole la torta di Cars e Dusty!), ma che mi sta ormai uscendo dalle orecchie! Aggiunto all'amore verso i castelli, insegnati a scuola nei minimi dettagli, la richiesta finale è stata torta castello di Frozen


Avevo paura ad armeggiare con la pdz con questo caldo, ma quest'anno è andata decisamente meglio dell'anno scorso, quando il mio arcobaleno, che univa la torta di Serena a quella del papà, è miseramente crollato :(


Piccola carrellata del buffet della festa: olaf di marshmallow, facili da preparare e soprattutto si possono fare in anticipo anche di un paio di giorni. Le braccia sono dei bretzelini, gli occhi per decorare si possono trovare ormai anche al supermercato (utilissimi anche per Halloween!!) io li ho attaccati con la colla alimentare, ma si può usare anche la ghiaccia o del cioccolato fuso, ho disegnato poi bocca e bottoni con la penna alimentare nera, mentre ho creato il naso con un pezzettino di pasta di zucchero arancione, denti e capelli sono ancora marshmallow.


Pinzimonio con peperoni porta salse.


Angolo italo-francese: spiedini con pomodorini, mozzarelline e peperone verde e due quiche salate, una classica con lardon e créme fraiche, l'altra invece con ricotta e prosciutto cotto.


E infine questi simpaticissimi spiedini di frutta a cui è bastato incollare due occhietti su una fragola per farli diventare dei simpatissimi lombrichini.


Spero di avervi dato qualche idea simpatica per un buffet!
Ora invece passiamo alla torta: per la prima volta ho congelato il pan di spagna e devo dire che ne sono rimasta soddisfatta, in questo modo ci si può organizzare davvero con molto anticipo!
La decorazione niente di difficile: pdz (che ormai compro perché più economica rispetto che farla in casa), ghiaccia reale, zuccherini a forma di fiocco di neve, sugar glitter Silikomart, due coni gelato et voilà!

E con questo mega post vi saluto e ci si risente a fine agosto: l'Islanda ci sta aspettando!!



INGREDIENTI
Pan di Spagna uno da 10 uova, 250g di zucchero, 250g di farina e un cucchiaino raso di colorante alimentare blu e uno da 5 uova, 125g di zucchero, 125g di farina e mezzo cucchiaino di colorante alimentare blu in polvere.
Latte 200ml
Panna da montare 500ml
Crema rocher 300g di Nutella, 400ml di panna con mascarpone (qui la vendono insieme, ma si può fare seguendo questa ricetta) e 200g di noccioline tostate.
Ghiaccia reale 500g di zucchero a velo e 10 cucchiai circa di acqua
Per la decorazione pdz azzurra, m&m's, zuccherini fiocco di neve bianchi e azzurri, sugar glitter Silikomart, due coni gelato, penna colorata per il nome e le figure di Anna, Elsa e Olaf comprate su internet.



PROCEDIMENTO
Procedere con i pan di spagna qualche giorno prima (se "vecchi" sono più facili da tagliare): montare lo zucchero con le uova e il colorante fino a che il composto "scrive", aggiungere poi la farina poco alla volta e mescolando dal basso verso l'alto.
Io ho fatto dieci giorni prima il pan di spagna da 5 uova nello stampo a forma di castello della Silikomart e l'ho congelato. Il giorno prima di iniziare la decorazione l'ho quindi tirato fuori dal congelatore e lasciato scongelare nel frigo. Lo stesso giorno ho fatto anche il secondo pan di spagna.


Ho fatto poi la crema rocher la mattina di venerdì, montando la panna e aggiungendo poi Nutella e noccioline tritate.


Ho lasciato riposare la crema nel frigo qualche ora e poi ho farcito il pan di spagna grande dopo averlo bagnato con del latte (venerdì a pranzo).


Ho messo in frigo la torta farcita mentre montavo la panna e poi l'ho completamente ricoperta (ne è rimasta una ciotolina).


Venerdì pomeriggio tardi ho iniziato la decorazione: ho innanzitutto ricoperto con la pdz azzurra che ho decorato a rilievo come fosse di pietre, grazie a un tappetino in plastica dura.


Ho poi fatto la ghiaccia reale mescolando lo zucchero a velo con l'acqua (la consistenza deve essere piuttosto liquida) e l'ho spalmata sul pan di spagna grande, facendola scivolare ai lati come se fosse neve.
Ho poi appoggiato il pan di spagna castello e decorato con lo zucchero glitter.


Con il resto della ghiaccia ho decorato il castello, non serve la sac a poche perché con un cucchiaio si riesce perfettamente a creare l'effetto neve.


Per gli alberi-coni gelato basta immergerli nella glassa e poi decorarli subito, prima che la ghiaccia si indurisca con gli zuccherini a fiocco di neve.


Con la ghiaccia ho poi creato il sentiero, decorato anch'esso con gli zuccherini.
Il nome è stato scritto con una penna di glassa, le figurine comprate su internet e all'interno del castello (lo stampo è quello di una ciambella bucata all'interno) ho riempito con gli m&m's.
Un successone tra grandi e piccini!


BUON APPETITO!

sabato 9 luglio 2016

Madeleines salate al curry e pinoli

E niente, non ce la posso fare, in estate non riesco a essere regolare nemmeno con un solo post a settimana, ma tra cene, picnic, weekend fuori e il fornello che stasera, mentre preparavo la pasta fredda per domani, mi ha dato forfait vi lascio immaginare.
Vi lascio questa ricettina veloce veloce per un aperò tra amici: madeleines salate al curry e pinoli.


La quantità è minima con due uova, quindi se siete in tanti aumentate tranquillamente del doppio o del triplo.
Personalizzabili con qualsiasi spezia preferiate.



INGREDIENTI
Uova 2
Farina 80g
Lievito mezzo cucchiaino
Olio 40g
Curry un cucchiaio
Pinoli un paio di cucchiaini
Sale q.b.



PROCEDIMENTO
Montare le uova con il sale fino a che schiumano.


Aggiungere la farina e il lievito, poi l'olio, il curry e i pinoli.
Una volta mescolato, lasciare riposare in frigo per una mezz'oretta.


Passato il tempo mettere nello stampo apposito un cucchiaio di composto per ogni madeleine e infornare in forno caldo a 220° e abbassate a 180° quando si forma la tipica gobba centrale. La cottura sarà al termine quando avranno preso un bel colore dorato.


Servire tiepide o fredde.


BUON APPETITO!

venerdì 24 giugno 2016

Cestini di pasta brisèe al basilico

Estate...finalmente! So che il caldo mi ammazza, la sabbia si infila dappertutto, i bambini non sono a scuola, ma io non ci posso far niente: amo l'estate, le vacanze, il dolce far niente, le cicale, l'abbronzatura, i picnic e gli aperò-dinatoire o aperi-cena!
E proprio per una serata tra amici, ho preparato questi cestini di pasta brisèe al basilico


Avevo già provato a mettere del basilico nella pasta brisèe in questa ricetta, ma non era abbastanza "basilicosa", in questo modo invece trovo che l'aroma del basilico si senta di più.
Presentazione a fiorellino riuscita a metà, troppo profondi gli stampini.



INGREDIENTI
Farina 100g
Burro 50g
Basilico un mazzolino per la brisèe e qualche foglia per la farcitura
Olio 1 cucchiai
Acqua 2 cucchiai
Sale un pizzico
Formaggio tipo philadelphia e pomodorini per farcire



PROCEDIMENTO
Triturare le foglie di basilico con un pizzico di sale, l'olio e l'acqua.


Io l'ho fatto con il mixer a immersione, facendo attenzione a non farlo andare troppo forte per non scaldare le foglie che altrimenti perdono l'aroma.
Se siete bravi e pazienti il top sarebbe di farlo a mano...io non sono né brava, né paziente!! :D


Lavorare il burro e la farina con le dita in modo da ottenere delle briciole.
Aggiungere il composto al basilico, formare una palla da ricoprire con la pellicola e lasciare in frigo a riposare almeno mezz'ora.


Formare dei piccoli cestini con una tagliabiscotti a forma di fiore e metterli in stampi da mini muffin.
Infornare a 180° per 15 minuti circa (dipende sempre da quanto cuoce il vostro forno).


Nel frattempo preparare la farcia mescolando il formaggio con il basilico spezzettato.


Tagliare i pomodorini in due e mettere il formaggio in nua sac a poche.
Io ho usato mezza vaschetta di formaggio, ma me n'è rimasto almeno metà, se non di più.


Quando i cestini saranno freddi riempirli con la crema di formaggio aggiungendo metà pomodorino sopra.


Dovrebbero sembrare dei mini fiorellini ;P


BUON APPETITO!

lunedì 13 giugno 2016

Dolcetti morbidi personalizzabili

Normalmente non amo inserire nel blog ricette stracollaudate che ormai girano nel web da anni, vorrei poter postare piatti il più originali possibile, ma alcune volte faccio uno strappo alla regola quando si tratta di ricette che meritino davvero di essere divulgate, proprio come per questi dolcetti morbidi personalizzabili.


Il loro nome sarebbe dolcetti morbidi 4 4 2 2 1 1 come ribattezzati nel lontano 2009 dalla divulgatrice in questo forum, una ricetta che tutti i food blogger che da anni girano nel web hanno visto almeno una volta. Una ricetta facilissima, velocissima, che ti permette di fare una bella quantità di dolcetti da personalizzare ogni volta in modo diverso e ottima anche al gusto, insomma le ha tutte!
Io li ho chiamati diversamente perché non usando le bustine di zucchero vanigliato, ma l'estratto di vaniglia, ho un due in meno nel conto degli ingredienti :D oltre al fatto che, come nel caso delle foto, di solito parto da un uovo solo ;)
Siccome non ho i cups, mi sono servita di un bricco (rotto adesso...grazie al mio terremoto numero due!) con le tacche anche per le cups, ma se andate sul post originale avrete tutte le conversioni, in ml, in g e mille altri consigli da chi l'ha provata.
Ecco i miei dolcetti con 1 uovo.



INGREDIENTI
Uova 1
Latte 1 cucchiaio
Farina 1/2 tazza o 125ml
Olio 1/4 di tazza o 62,5ml
Zucchero 1/4 di tazza
Lievito 1/4 di bustina
Estratto di vaniglia 1 cucchiaino
Per decorare: in questo caso scagliette di cioccolato nero e bianco




PROCEDIMENTO
Montare le uova con lo zucchero, aggiungere l'estratto di vaniglia e l'olio a filo.


Continuare a montare aggiungendo prima il latte poi la farina e il lievito


La farina va aggiunta un cucchiaio alla volta


Distribuire nei mini pirottini (ma è stata provata anche nei pirottini da muffin o come torta) riempiendoli a metà e decorare con le scagliette o con quello che avete scelto.
Molto buoni anche con la marmellata, ma non ne abusate perché essendo molto morbidi la marmellata tende a sprofondare parecchio.


Infornare in forno caldo a 180° per una decina di minuti, fino a quando saranno gonfi e dorati.


BUON APPETITO!

martedì 31 maggio 2016

Roselline di mela

Periodo super impegnato questo: inizia il bel tempo, le uscite, nonché l'ultimo mese (la scuola e le varie attività qui in Francia finiscono tutte insieme a fine giugno/inizio luglio) prima della chiusura di tutte le attività con relativi saggi, spettacoli, feste...
Queste le motivazioni principali per cui tiro fuori una ricetta da archivio, fatta con la mia mitica Au Pair che è venuta a darmi una mano anche a febbraio, quando il marito è partito tre settimane e insieme abbiamo pasticciato un pochino. Uno dei pasticci è proprio questo: roselline di mela.


Impazzano sul web da un po' ormai, io le avevo viste su Pinterest (ovviamente), ma non mi ci ero mai messa; perché loro sono facili, ma il noioso lavoro di tagliare le fette di mela sottile proprio mi scoccia da morire! Un po' come snocciolare le ciliegie, motivo per cui in questo blog sono pochissime le ricette con quella frutta, che adoro e che mi mangio al naturale molto più volentieri!
Vi lascio alla ricetta, mai come questa volta le foto passo a passo sono utilissime per capire come fare.



INGREDIENTI
Sfoglia di pasta sfoglia (meglio se rettangolare) 1
Mela 1
Marmellata a piacere (io alle banane, dalle Antille Francesi) qualche cucchiaiata
Zucchero a velo e/o cannella per spolverare



PROCEDIMENTO
Tagliare la mela in sottilissime fettine e la pasta sfoglia per lungo come nella foto.
Spalmare la marmellata sulla pasta sfoglia e poi posizionare le fettine di mela a metà della striscia, in modo che rimangono un po' fuori.


Chiudere la pasta sfoglia sulle fettine di mela.


Con delicatezza arrotolare la striscia di sfoglia e mela su stessa.


Posizionare le roselline in uno stampo da muffin


Cuocere in forno a 180° fino a quando la sfoglia inizia a dorarsi.
Se la mela inizia a diventare troppo scura, metteteci un po' di carta forno sopra.


Spolverare con zucchero a velo e/o cannella.


Cercare di non mangiarle tutte subito e, soprattutto, lasciatela intiepidire perché la marmellata interna è bollentissima!


BUON APPETITO!