Ricerca personalizzata

lunedì 1 agosto 2016

Torta castello di Frozen e qualche idea per il buffet di compleanno

E alla fine anche quest'anno la festa della mia ormai cinquenne è passata. La sua è sempre la festa più complicata perché essendo fuori dall'anno scolastico gli inviti sono molti (non potendo festeggiare a scuola come invece può fare Jacopo) e si aggiungono anche gli amici del papà, che compie gli anni una decina di giorni dopo (cioè oggi!) e che festeggia un po' anche lui.
Il tema quest'anno è stato ovviamente la Reine des neiges, ossia Frozen, storia che appassiona pure Jacopo (anche se però lui vuole la torta di Cars e Dusty!), ma che mi sta ormai uscendo dalle orecchie! Aggiunto all'amore verso i castelli, insegnati a scuola nei minimi dettagli, la richiesta finale è stata torta castello di Frozen


Avevo paura ad armeggiare con la pdz con questo caldo, ma quest'anno è andata decisamente meglio dell'anno scorso, quando il mio arcobaleno, che univa la torta di Serena a quella del papà, è miseramente crollato :(


Piccola carrellata del buffet della festa: olaf di marshmallow, facili da preparare e soprattutto si possono fare in anticipo anche di un paio di giorni. Le braccia sono dei bretzelini, gli occhi per decorare si possono trovare ormai anche al supermercato (utilissimi anche per Halloween!!) io li ho attaccati con la colla alimentare, ma si può usare anche la ghiaccia o del cioccolato fuso, ho disegnato poi bocca e bottoni con la penna alimentare nera, mentre ho creato il naso con un pezzettino di pasta di zucchero arancione, denti e capelli sono ancora marshmallow.


Pinzimonio con peperoni porta salse.


Angolo italo-francese: spiedini con pomodorini, mozzarelline e peperone verde e due quiche salate, una classica con lardon e créme fraiche, l'altra invece con ricotta e prosciutto cotto.


E infine questi simpaticissimi spiedini di frutta a cui è bastato incollare due occhietti su una fragola per farli diventare dei simpatissimi lombrichini.


Spero di avervi dato qualche idea simpatica per un buffet!
Ora invece passiamo alla torta: per la prima volta ho congelato il pan di spagna e devo dire che ne sono rimasta soddisfatta, in questo modo ci si può organizzare davvero con molto anticipo!
La decorazione niente di difficile: pdz (che ormai compro perché più economica rispetto che farla in casa), ghiaccia reale, zuccherini a forma di fiocco di neve, sugar glitter Silikomart, due coni gelato et voilà!

E con questo mega post vi saluto e ci si risente a fine agosto: l'Islanda ci sta aspettando!!



INGREDIENTI
Pan di Spagna uno da 10 uova, 250g di zucchero, 250g di farina e un cucchiaino raso di colorante alimentare blu e uno da 5 uova, 125g di zucchero, 125g di farina e mezzo cucchiaino di colorante alimentare blu in polvere.
Latte 200ml
Panna da montare 500ml
Crema rocher 300g di Nutella, 400ml di panna con mascarpone (qui la vendono insieme, ma si può fare seguendo questa ricetta) e 200g di noccioline tostate.
Ghiaccia reale 500g di zucchero a velo e 10 cucchiai circa di acqua
Per la decorazione pdz azzurra, m&m's, zuccherini fiocco di neve bianchi e azzurri, sugar glitter Silikomart, due coni gelato, penna colorata per il nome e le figure di Anna, Elsa e Olaf comprate su internet.



PROCEDIMENTO
Procedere con i pan di spagna qualche giorno prima (se "vecchi" sono più facili da tagliare): montare lo zucchero con le uova e il colorante fino a che il composto "scrive", aggiungere poi la farina poco alla volta e mescolando dal basso verso l'alto.
Io ho fatto dieci giorni prima il pan di spagna da 5 uova nello stampo a forma di castello della Silikomart e l'ho congelato. Il giorno prima di iniziare la decorazione l'ho quindi tirato fuori dal congelatore e lasciato scongelare nel frigo. Lo stesso giorno ho fatto anche il secondo pan di spagna.


Ho fatto poi la crema rocher la mattina di venerdì, montando la panna e aggiungendo poi Nutella e noccioline tritate.


Ho lasciato riposare la crema nel frigo qualche ora e poi ho farcito il pan di spagna grande dopo averlo bagnato con del latte (venerdì a pranzo).


Ho messo in frigo la torta farcita mentre montavo la panna e poi l'ho completamente ricoperta (ne è rimasta una ciotolina).


Venerdì pomeriggio tardi ho iniziato la decorazione: ho innanzitutto ricoperto con la pdz azzurra che ho decorato a rilievo come fosse di pietre, grazie a un tappetino in plastica dura.


Ho poi fatto la ghiaccia reale mescolando lo zucchero a velo con l'acqua (la consistenza deve essere piuttosto liquida) e l'ho spalmata sul pan di spagna grande, facendola scivolare ai lati come se fosse neve.
Ho poi appoggiato il pan di spagna castello e decorato con lo zucchero glitter.


Con il resto della ghiaccia ho decorato il castello, non serve la sac a poche perché con un cucchiaio si riesce perfettamente a creare l'effetto neve.


Per gli alberi-coni gelato basta immergerli nella glassa e poi decorarli subito, prima che la ghiaccia si indurisca con gli zuccherini a fiocco di neve.


Con la ghiaccia ho poi creato il sentiero, decorato anch'esso con gli zuccherini.
Il nome è stato scritto con una penna di glassa, le figurine comprate su internet e all'interno del castello (lo stampo è quello di una ciambella bucata all'interno) ho riempito con gli m&m's.
Un successone tra grandi e piccini!


BUON APPETITO!

6 commenti:

  1. Ma che torta incredibile! Che principessa fortunata!

    RispondiElimina
  2. ma quanto brava sei!!!!!!!!!!!!!!!!!!!TB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ma i complimenti delle mamme non valgono!! ;P

      Elimina
  3. Credo che la tua torta sia al di là delle mie capacità..
    Comunque posso sempre provare a prepararla..
    Le spiegazioni sono chiarissime..
    Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Inserisco questo tipo di torte, non per farmi pubblicità, visto che non è il mio mestiere, ma proprio per chi cerca un aiuto per stupire. Non dico che sia facile, ma con il passo-passo spero di dare coraggio a chi magari non ha idea di come fare e pensa di non essere in grado. Dico sempre che se ce la faccio io...

      Elimina

Incantata di ascoltare quello che hai da dire!