Ricerca personalizzata

domenica 16 gennaio 2011

Ciambellone leggero ai mirtilli (no foto)

Ho un'amica conosciuta su uno dei siti di viaggi che frequento, che ha un blog di ricette leggere: ha infatti una gastrite cronica che non le permette di sgarrare più di tanto con l'alimentazione e quindi ha creato questo spazio virtuale dove aiutare chi soffre di questo tipo di problemi, inserendo ricette e consigli tutti nati dalla sua esperienza diretta. Io purtroppo non ho certo una maniera di cucinare che la possa aiutare in questo senso, ma siccome ha indetto una raccolta interessante con protagonista uno dei frutti che più mi piacciono, ho deciso di partecipare con questo ciambellone leggero ai mirtilli.


Se qualcuno dei miei lettori si ricorda, avevo fatto l'estate scorsa un ciambellone simile, solo con il cacao e i lamponi; ho provato quindi a fare questa rivisitazione per il contest della mia amica ed è andata alla grandissima.



Certo i commenti nella mia famiglia di amanti del burro sono stati "ma sembra di non mangiare niente", "bisogna mangiare metà torta per fermare il languorino", etc.etc., ma io credo che sia comunque un buon modo per avere un dolce che non intacchi troppo una dieta e che ti tolga lo sfizio di qualcosa di dolce e goloso senza esagerare. E poi per una volta il sapore del mirtillo non era sopraffatto da altri mille sapori, quindi meglio di così, provare per credere!



INGREDIENTI
Farina 250g + 2 cucchiai

Zucchero 200g
Latte 350ml
Farina di mandorle 30g (troppo poca, la prossima volta meno farina normale, ma almeno 100g di questa)
Lievito 1/2 bustina
Bicarbonato 1 punta di cucchiaino
Sale un pizzico
Mirtilli 250g (io ho usato i freschi, ma anche con i congelati si può fare benissimo)



PROCEDIMENTO
Scaldare il latte in un bricco, senza arrivare al bollore.


Aggiungere tutti gli ingredienti secchi in una ciotola.


Aggiungere il latte a filo, senza smettere di mescolare. Io ho trovato il composto troppo liquido quindi ho aggiunto due cucchiai di farina, ma si potevano evitare tranquillamente.


Mettere nello stampo 3/4 dell'impasto, spargere i mirtilli e poi ricoprire con il restante impasto. Pensavo che i mirtilli scendessero durante la cottura, invece sono rimasti tutti al loro posto, quindi si può anche mettere metà dell'impasto prima e metà dopo.


Infornare a 180º per una mezz'oretta circa, controllando la cottura con uno stuzzicandente lungo.


Dopo averla lasciata intiepidire nello stampo (se di silicone), rovesciare la torta su un piatto ed eventualmente spolverizzare con zucchero a velo (io non l'ho fatto ed era buona lo stesso).


BUON APPETITO!

6 commenti:

  1. Sono commossa...grazie! Però i tuoi li capisco eh! Baci!

    RispondiElimina
  2. Ciao girovagando nella notte ti ho trovato, mi hai incuriosito e mi è piaciuto il tuo ciambellone leggero, mi sono unita ai tuoi sostenitori e spero che sia l'inizio di un bello scambio!!!!
    A presto

    RispondiElimina
  3. Ma che bello questo blog!!!
    Piacere di conoscerti :D
    ho già addochhiato quelche ricettina che mi stuzzica moltissimo come quella del riso di qualche tempo fa sul wok... son irrimediabile già mi sono dimenticata il nome, adesso mi aggiungo ai tuoi lettori e me la vado a leggere per bene ^_^

    RispondiElimina
  4. Buonissima questa ciambella..e poi amo i mirtilli..quindi prendo nota e preparo questa fantastica ciambella!!complimentissimi..sei bravissima!!

    RispondiElimina
  5. Hai fatto un gesto bellissimo...dopo queste feste ci vorrebbero solo cose leggere...
    baci
    angelica

    RispondiElimina
  6. I dolci che non intaccan le diete son gradite e secondo me son buoni lo stesso, meglio di certe brioche da supermarket che ci sono in giro! :)
    complimenti che il tuo ciambellone è stupendo!

    RispondiElimina

Incantata di ascoltare quello che hai da dire!