Ricerca personalizzata

mercoledì 5 ottobre 2016

Torta cars con crema alla banana e qualche spunto per il buffet

Continuo a non avere la macchina fotografica, ma da brava food blogger non mollo e mi affido allo smartphone che almeno lo utilizzo per qualcosa di utile! Lo so che le foto non sono la stessa cosa e che già di mio non è che brilli in fotografia, ma voglio comunque condividere le mie ricette in particolare questa: la torta cars con crema alla banana per i quattro anni del mio medio :)


Questa è una torta davvero molto semplice da fare, ma i bambini (e anche qualche genitore) sono rimasti davvero contenti e stupiti. Credo che qualsiasi mamma anche alle prime armi possa provare a fare questa torta decorata e credetemi che i vostri figli saranno davvero contenti di poter avere la loro torta nata dalle mani della loro mamma!
Volevo provare a fare Saetta mcQueen con la pdz, ma ho visto con la torta di Frozen per Serena, che le figurine sono molto più apprezzate e così si ottiene un doppio effetto: un souvenir con cui giocare e meno lavoro nel decorare!
Come per il compleanno di Serena, vi lascio qualche spunto per il buffet, questa volta non avevo molto tempo per pensare e realizzare, quindi solo poche idee, ma a mio parere molto carine.
Per gli ingredienti vi lascio le dosi che ho usato, ma sappiate che in questo modo panna e crema saranno più che abbondanti, tanto che io le ho unite e ho fatto una crema che abbiamo mangiato a colazione e merenda per l'intero weekend!
Infine qualcuno si chiederà perché la crema alla banana...bè io ho l'unico bambino al mondo che non mangia né cioccolata, né gelato e che chiede come farcia della torta di compleanno la crema alla banana!



INGREDIENTI
Pan di Spagna da 6 uova (320g), 160g di zucchero e 160g di farina
Crema alla banana con 500ml di latte, 100g di zucchero, 100g di maizena, 1 bacca di vaniglia e 5 banane mature
Panna 500ml
Latte 50ml
Pdz, biscotti sbriciolati e lettere in cioccolato per la decorazione



PROCEDIMENTO
Preparare il pan di spagna il giorno prima di farcirlo (sarà più facile tagliarlo) montando le uova con lo zucchero fino ad avere un composto che "scrive".


Aggiungere la farina setacciata poco alla volta mescolando dal basso verso l'alto, in modo da non smontare il composto.
Mettere in uno stampo rotondo da 24cm e infornare in forno caldo a 180° per una mezz'ora. Fare la prova stecchino quando la torta è ben dorata e se vedete che diventa troppo scura, copritela con l'alluminio.
Lasciare riposare in un ambiente secco.


Preparare la crema mettendo il latte a scaldare a fuoco medio-basso con la bacca di vaniglia divisa in due e a cui si hanno raschiato i semini.
Mescolare lo zucchero e la maizena e poi aggiungerli al latte quando questo inizia a bollire. Tenere sempre mescolato per evitare i grumi e togliere dal fuoco quando si ha raggiunto la consistenza desiderata.


Aggiungere a questo punto le banane precedentemente schiacciate e lasciare riposare in frigo fino al momento in cui dovrete farcire la torta (io l'ho fatto il giorno prima come la torta e l'ho ricoperto di pellicola per evitare si asciugasse in superficie)
Se volete un consiglio la crema così è molto buona, ma se ci aggiungete della panna montata, come fosse una chantilly per capirci, è decisamente meglio anche per la consistenza, rimane infatti molto più compatta.


Preparare la torta dividendo in due il pan di spagna e bagnandolo con il latte, farcire con la crema e poi ricoprire con la panna montata. Lasciare in frigo almeno qualche ora e poi iniziate a decorare con la pdz.


Mi spiace, ma non ho fatto molte foto passo passo della decorazione; comunque è veramente basilare: i cactus e le pietre si modellano facilmente (di queste ultime non ho una foto da vicino, comunque ho mescolato più colori insieme per ottenere un grigio e ci ho fatto delle palline irregolari).


Questi i tre tipi di cactus, quello attaccato al bicchiere è stato il più complicato perché non si reggeva in piedi, credo a causa della pdz che era piuttosto morbida, quindi alla fine è finito a fare da decorazione al bordo della torta!


Il deserto sono dei biscottini sbriciolati, in particolare le crepes dentelle vendute già sbriciolate per decorare gelati e affini, la scritta AUGURI fatta con i ritagli di pdz per avere un effetto multicolore (era un avanzo da una torta precedente che ho congelato e ho poi utilizzato senza problemi dopo uno scongelamento a temperatura ambiente molto rapido di meno un'ora).


La strada è una striscia nera con dei rettangolini bianchi, mentre la scritta di lettere di cioccolato è su una macchinina bianca (cutter per biscotti), le bandierine invece erano nella confezione insieme alle macchinine (ce n'era tre, una è conservata per torte future).


Mi sono lasciata un po' trasportare anche dall'ispirazione del momento come spesso mi accade con queste torte; c'è però un consiglio che vorrei dare davvero spassionato: se decidete di provare a lavorare con la pdz, anche per fare una cosa semplice come il cactus, comprate la colla alimentare, è tutta un'altra storia! Io per anni ho cercato di incollare con l'acqua e metà delle volte ottenevo crolli disastrosi, con la colla alimentare è tutto molto più semplice e non si deve fare le cose giorni e giorni prima, perché asciuga piuttosto velocemente.
Risultato finale con festeggiato felice!


E ora qualche idea per il buffet; stavolta non mi sono troppo ammazzata (che ormai sti francesi li conosco...), ma ho voluto comunque fare qualcosa a tema come questi spiedini semaforo con pomodorini rossi e gialli e l'oliva per il verde.


Le macchinine di frutta sono invece state quelle che mi hanno dato più soddisfazione: sono piaciute a tutti (tranne a mio marito), sono facili, sono sane e le ruote girano pure!! Ricordate solo di passare la fetta di mela nel succo di limone in modo tale che non annerisca.


Ecco il tavolo per il buffet dei bimbi con patatine, rustici e due quiche (la ricetta classica con la creme fraiche, non la mia alleggerita con la ricotta!).


Questo invece il tavolo adulti con patatine, carote e salsina per immergerle, parmigiano, salamini e bruschettine (marca Italiamo della Lidl, non potrei vivere senza!)
Con una decina di bimbi e altrettanti genitori è finito quasi tutto, ho salvato una quiche che ho congelato per lunedì sera post piscina, perfetto!



 BUON APPETITO...e BUON COMPLEANNO!!

4 commenti:

  1. Non avrai la macchina fotografica, ma in quanto a cake design (e mamma!!!) sei imbattibile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha! Grazie! Diciamo che ci provo...sia a fare la cake designer sia la mamma ;P

      Elimina
  2. In ritardissimo auguri al tuo bellissimo bambino. La torta è proprio carina! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli auguri sono comunque sempre ben accetti! Grazie mille!!

      Elimina

Incantata di ascoltare quello che hai da dire!