Ricerca personalizzata

mercoledì 22 marzo 2017

In tema clown: torta al latte condensato e cupcake alla vaniglia con gocce di cioccolato

Come ogni anno qui in Francia la festa di carnevale nelle varie scuole ed asili è festeggiata sempre in ritardo per poter beccare delle belle giornate di sole, tanto che un anno l'abbiamo festeggiato dopo Pasqua!!
Quest'anno mi sono tenuta sul tema clown: per la scuola dei due grandi ho preparato dei cupcake, mentre per il piccolo questa torta clown al latte condensato.


Volevo preparare il famoso bolo de leite condensado, ma servivano quattro uova e io ne avevo solo tre quindi mi sono un po' arrangiata facendo un mix delle varie ricette trovate su internet. Veloce glassa reale con acqua ed estratto di vaniglia per la copertura e poi spazio alla fantasia con le varie decorazioni che avevo in casa. Ne sono rimasta molto soddisfatta e anche le maestre, che non volevano tagliarla perché troppo bella!! E poi era pure buona visto che non ne è rimasto nemmeno un pezzettino -ino -ino!

Per i cupcake invece ho seguito la stessa ricetta di questi cupcake di carnevale aggiungendo solo delle gocce di cioccolato e usando, al posto del frosting, la ghiaccia reale con l'estratto di vaniglia e decorazioni varie.


Qualche foto nel dettaglio.



Decorazione veloce e semplice, perché purtroppo in quel giorno ero sola e avevo davvero poco tempo da dedicarci. Comunque apprezzatissima, tanto che mia figlia è riuscita ad assaggiarne uno solo perché è andata di corsa a prenderselo sapendo che spariscono in fretta; più di qualche volta infatti non è riuscita ad assaggiare i dolci preparati da me perché siccome sono un po' decorati sono i primi ad essere scelti...le soddisfazioni che ti danno i bambini sulle cose semplici è incredibile!

Ma passiamo alla ricetta della torta, che non è solo molto carina, ma anche ottima. La glassa poi ci sta davvero a pennello!



INGREDIENTI
Uova 3
Burro 80g
Latte condensato 1 lattina da 387g
Farina 250g
Lievito 1 bustina

Per la ghiaccia reale
Zucchero a velo 250g
Estratto di vaniglia 1 bel cucchiaio ricolmo
Acqua 5 cucchiai

Per decorare: codette colorate, pdz rossa per la bocca, fiori di zucchero, smarties e penna alimentare di cioccolato per gli occhi.



PROCEDIMENTO
Separare i bianchi dell'uovo e montarli a neve, mentre il burro si ammorbidisce.


Montare il burro con il latte condensato e aggiungere un rosso dell'uovo alla volta, amalgamando bene il composto.


Aggiungere la farina e il lievito.


Infine incorporare gli albumi montati a neve ferma utilizzando una spatola e con un movimento dal basso verso l'alto per non smontarli.


Mettere in uno stampo e infornare in forno caldo a 180° fino a cottura ultimata (fa fede la prova dello stecchino).


Lasciare raffreddare la torta su una graticola.
Quando sarà fredda, preparare la glassa mescolando lo zucchero a velo con acqua ed estratto di vaniglia. Vale la regola di aggiungere un cucchiaio per volta allo zucchero per tenere sott'occhio la fluidità della glassa.


Glassate la parte sotto della torta che sarà sicuramente più piana  e procedete immediatamente alla decorazione, prima che la glassa si asciughi.


Per prima cosa fate i capelli con le codette, così se la glassa cola lo faranno anche le codette e sembreranno proprio i capelli del pagliaccio.
Io ho poi messo i fiori di zucchero come decorazione ai capelli e gli smarties come naso.
La bocca è fatta in pasta di zucchero completamente ad occhio, senza nessuno stampo.
Gli occhi sono stati i più complicati, infatti non sono proprio perfetti, sebbene li abbia fatti con un tubetto di cioccolata comprata, immagino che con la sac a poche sarebbe stato anche peggio!
Questa è un'ottima decorazione per chi volesse iniziare a cimentarsi, molto semplice, ma l'effetto è proprio carino e poi la si può variare a seconda del proprio gusto e da quanto è fornita la dispensa delle decorazioni!!


BUON APPETITO!

martedì 14 marzo 2017

Farrotto di salsiccia e cavolo viola

Vi ho lasciati più di un mese fa con le valigie pronte per il nostro viaggio in Costa Rica, ma proprio quel giorno tutto è cambiato. Una telefonata improvvisa, disfa le valigie e rifai le valigie, riempi la macchina, carica i bimbi mezzi addormentati e via verso il Friuli, di nuovo, per la quarta volta in pochi mesi. Questa volta però nessun sorriso, tutti insieme, ma nel dolore. Il mio papà dopo mesi di attese, di esami, dopo un trapianto riuscito, alla fine ha ceduto a una brutta infezione dovuta a una perforazione intestinale.
Ancora faccio fatica a capire che è davvero successo, ancora mi sento frastornata, ma non ci si può fermare, ci sono i figli, il marito, un trasloco imminente...Questo 2017 non ha intenzione di mollare il colpo e se una volta avrei risposto a tono, ora non credo di esserne davvero capace, ma devo.
Quindi continuo a cucinare, anzi sempre di più dovendo svuotare dispensa e freezer, e in una delle ultime serate d'inverno con la primavera ormai quasi sbocciata ho assemblato un farrotto di salsiccia e cavolo viola.


Mesi fa nel paniere che compriamo settimanalmente con prodotti locali e biologici, mi sono trovata un bel cavolo viola. Ammetto che non sapevo bene come prepararlo, quindi l'ho stufato, ma essendo molto grande era molto quindi ne ho congelato metà, che ho riesumato ora con questo bel farro preso in un agriturismo nella Provence Vert.
Ricco e colorato sarà perfetto per i mesi invernali, tenete la ricetta nel cassetto e fatemi sapere quando la provate!



INGREDIENTI
Farro 500g
Cavolo viola stufato 1/2
Salsiccia 1
Dado vegetale 1 cucchiaio abbondante
Burro per mantecare 50g
Acqua calda q.b.
Vino per sfumare
Olio EVO q.b.
Parmigiano o grana da grattare



PROCEDIMENTO
Mettete una girata d'olio con il dado vegetale a scaldare.


Aggiungere la salsiccia sbriciolata.


Quando la salsiccia inizia ad essere ben cotta aggiungeteci il cavolo.


Dopo aver mescolato qualche minuto aggiungete il farro, precedentemente risciacquato in acqua fredda.


Sfumate con del vino e poi ricoprite con acqua calda.
Tenete l'acqua calda sempre pronta per aggiungere in cottura; il farro ci mette molto più del riso a cuocere.


A fine cottura aggiungere un bel pezzo di burro per mantecare. Io ho aggiunto anche due formaggini per dare un po' di sapore in più, ma senza aggiungere sale,


Una generosa grattata di parmigiano e il vostro farrotto è pronto!


BUON APPETITO!