Ricerca personalizzata

venerdì 28 agosto 2009

Pesto alla genovese...ci ho messo il mio SANGUE per farlo venire così bene!!!

Stavolta mi sono fatta davvero in quattro per postarvi questa ricettina: infatti negli unici cinque minuti, ovviamente durante il tramonto in modo tale da far venire delle foto del cavolo, che avevo tra un pacco e l'altro mi sono affrettata (oltre che affettata) per postarvi il mio pesto alla genovese.
Si avete letto bene, mi sono affettata...nella fretta e nel rincoglionimento che mi avviluppa negli ultimi giorni, mi sono frullata li dito nel mixer a immersione. Non vi preoccupate, tutto ok, fa più senso a dirlo...e forse un po' a vederlo!
Ecco il mio dito, appena successo il misfatto, mi sono fatta fare la foto dal maritino tutto preoccupato e contrariato della mia richiesta; mentre io ridevo e lo pregavo insistentemente di farmi la foto, scuoteva la testa disperato pensando di aver sposato una vera fuori di testa che invece di farsi medicare si fa fare le foto!!!


Comunque alla fine il pesto è venuto perfetto, sono riuscita a impiastricciare tutta la cucina di sangue (sembrava avessi ammazzato qualcuno, ihihih!!), tranne che il mio mitico pesto!! Merito un plauso solo per questo!!



Per farlo ho seguito praticamente fedelmente la ricetta ufficiale del Consorzio del Pesto Genovese aumentando di tre volte le dosi perchè dovevo far fuori un po' di basilico prima di partire. L'unica cosa di diverso è il formaggio: ce n'è un po' di più (mi è sfuggita la mano) e ho usato metà pecorino e metà Grana Padano (qui il Parmigiano non si trova, abbiate pazienza!!) perchè non avevo abbastanza del secondo, mentre il primo mi è arrivato in abbondanza nella valigia dei miei, che son venuti qui in vacanza.

Le dosi che ho usato io sono il doppio della ricetta originale, alla fine mi sono venuti tre vasetti, due ne ho regalati...alla fine ne è rimasto uno, porello tutto solo, toccherà farne altro!!!


INGREDIENTI (Riporto i miei, per la ricetta originale andate qui)
Basilico 100 grammi
Olio extravergine di oliva 1 bicchiere
Formaggio grattugiato circa 10 cucchiai da cucina di Parmigiano Reggiano e 10 di Pecorino
Aglio 4 spicchi
Pinoli 2 cucchiaio abbondanti da cucina
Sale grosso qualche grano



PROCEDIMENTO
Procedimento direi quasi demenziale, se mi passate il termine!



L'unico lavoro un po' più lungo e noioso e quello di raccogliere le foglioline di basilico, lavarle, togliendo eventuali animaletti (che impresa!!), e asciugarle con un panno senza schiacciarle troppo.



La ricetta prevede di utilizzare il mortaio (e forse sarebbe stato meglio per il mio dito...), ma purtroppo non ce l'ho (mea culpa, sarà uno dei miei primi acquisti appena ritornata in Italia), quindi sono andata di mixer a immersione, dato che il mio robot da cucina si sta distruggendo ogni giorno di più!




Passo successivo è porre il pesto in barattolini con un po' di olio a coprire e mettere a bollire i vasetti per buoni dieci minuti, se volete conservarlo per piu tempo.
Attenzione a non riempire troppo i vasetti, altrimenti bollendo uscirà l'olio.




Utilizzare con tutto quello che volete. Il pesto è per me una di quelle salse versatili al massimo: carne, pesce, pasta, torte salate, base per sughi strani...insomma sta davvero bene con tutto!!

BUON APPETITO!

12 commenti:

  1. capita...incidente di percorso...però almeno hai un ottimo pesto!!

    RispondiElimina
  2. meno male che era un taglietto superficiale,ma in cucina e'facile che accada ;)
    ottimo pesto ;)

    RispondiElimina
  3. tu credi che usando il mortaio ti sarebbe andata meglio? io penso che come minimo ti saresti triturata il dito ahahahah scherzo!!!
    incidente o no, hai fatto un ottimo pesto :)
    baci
    Fiorella

    RispondiElimina
  4. Ridevi per esserti passata un dito nel mixer ?!?!?!
    Tutta colpa degli effluvi del basilico, che appena colto sono così buoni ma intensi da avere effetti di questo genere.
    Scherzi a parte, devo cogliere anche io la selva di basilico che ho nell'orto, ma penso userò il mortaio per perstarlo, eh si, mi sa proprio di si ;)

    Alberto

    RispondiElimina
  5. Ahah, povero ditino!! :D
    Allora stai per lasciare la Spagna? Cavolo... Io invece andrei subito a viverci! A proposito, tu dove abiti?
    (ros)marina

    RispondiElimina
  6. mi spiace per il dito...ma il pesto ha un aspetto delizioso !!!

    RispondiElimina
  7. Poverinaaaaaaaaa....però sarà venuto sicuramente ottimo!!!!!!!!
    ciao ciao

    RispondiElimina
  8. un epsto proprio magnfico, io non lo faccio uguale al posto dei pinoli metto le noci, siete stati proavissimi ad adoeprare la ricetta originale

    RispondiElimina
  9. Va bene il pesto home-made, ma la versione per vampiri la eviterei... facciamo attenzione la prossima volta! A presto

    RispondiElimina
  10. ed io che pensavo che il sangue scorresse a causa del mortaio....comunque il pesto è ottimo anche nei sandwich con pomodoro e gouda, meglio ancora se con pane integrale!

    RispondiElimina
  11. Mi spiace che ti sei fatta male ,però di certo il pesto sarà migliore,ahahah sto scherzando è sempre fantastico il nostro pesto fatto a casa bravissima,grazie

    ciao army

    RispondiElimina
  12. Navigando son finita qui....mi spiace per il taglietto, ormai(spero) si sarà rimarginato...bello iltuo blog e anche le ricette...quindi se ti fa piacere ti seguo....Ciao a presto.

    RispondiElimina

Incantata di ascoltare quello che hai da dire!