Ricerca personalizzata

martedì 26 febbraio 2013

Quiche con gambi e foglie del broccolo

Ormai ho ripreso le redini della mia cucina! Sto pure progettando una torta per il battesimo del piccolo, mi manca solo una macchina fotografica decente e poi il blog può ritornare ai vecchi splendori! Vabbè non sogniamo troppo...
Oggi vi propongo una ricetta fatta con gli scarti come i muffin con la buccia della zucca di qualche post fa, solo che stavolta parliamo del broccolo. Normalmente foglie e gambo vengono eliminati, ma io li riutilizzo solitamente per una vellutata con delle patate, questa volta invece ho fatto una quiche con gambi e foglie del broccolo.



Ho tenuto da parte le cimette per fare una pasta che faccio spesso, ma che non vi ho mai postato, devo rimediare al più presto! Altrimenti potete provare questo plumcake salato o quest'altro sugo per la pasta.
Anche qui il sapore è lo stesso delle cimette, solo che la consistenza è più dura quindi i tempi di cottura si allungano, io li cucino nell'acqua che uso per fare a vapore le cimette, altro ottimo modo per risparmiare tempo, acqua ed energia elettrica!
Qui ho utilizzato scarti di due broccoli, uno l'avevo già cucinato qualche tempo fa e messo in freezer, quindi l'ho comunque messo a cucinare insieme a quello fresco.

Questa ricetta partecipa alla interessantissima raccolta di Cucchiaio&pentolone


dateci un'occhiata!



INGREDIENTI
Broccoli (gambo e foglie) 2
Ricotta 100g
Pasta briseè 1 rotolo oppure se volete farla voi seguite questa ricetta.
Asiago o formaggio simile 100g
Uova 1
Sale e pepe q.b.



PROCEDIMENTO
Cucinare gambe e foglie del broccolo in acqua leggermente salata (se volete risparmiare come me potete cucinare nel frattempo a vapore le cimette).


Quando sono ben cotti metterli in una ciotola e passarli con il mixer a immersione


Aggiungere la ricotta e stendere la pasta briseè bucherellandola con una forchetta. Il composto con la ricotta secondo me potrebbe essere benissimo usato anche per dei muffin salati.


Aggiungere a questo punto l'uovo e il formaggio tagliato a cubetti, poi salare e pepare a piacimento.


Spalmare il composto nella pasta briseè e se la pasta, come nel mio caso, è troppa potete fare delle striscioline e ricoprire come fosse una crostata.


Infornare quindi a 180º e cucinare fino a che la pasta è completamente dorata.


Prima di servire, lasciare intiempidire qualche minuto.



BUON APPETITO!

7 commenti:

  1. Ciao piacere di conoscerti...bella l'idea di utilizzare i gambi..ieri stavo sbollentando proprio i cavoli e mi sono chiesta se fossero commestibili i gambi .... questa della torta è una valida idea per non buttare niente!Ciao e complimenti Lia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere mio e grazie per i complimenti!

      Elimina
  2. che brava sei ad utilizzare quelle parti che di solito vengono gettate....il risultato è strepitoso! Che fame mi viene........

    RispondiElimina
  3. Anch'io utilizzo il gambo del broccolo, ma a dadini, perché, quando ho provato a passarlo, mi è uscito fibroso, quindi ho pensato che per ridurlo a crema occorresse il passaverdura, che non ho... vedo che tu invece hai usato il mixer a immersione, forse ho sbagliato qualcosa... riproverò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come l'hai cucinato? Io penso che cucinandolo in acqua si imbombi e quando lo passi poi è più facile. Io tolgo solo la parte finale e qualche spunzone più duro.

      Elimina
  4. Ciao Elel, grazie per avermi segnalato questa ricettina, perfetta per 'riciclare' le parti meno pregiate del broccolo. In effetti anch'io le uso e le inserisco nelle varie preparazioni cuocendole un pò di più delle cimette!
    Ottima idea anche i muffin con la scorza della zucca: da provare!
    A presto,

    Nadia - Alte Forchette -

    RispondiElimina
  5. grazie per questa seconda ricetta!

    RispondiElimina

Incantata di ascoltare quello che hai da dire!